• Home
  • Politica
  • Frana il Cilento, Miraldi: «Dirottare risorse per piazze o altre cose inutili sulla risistemazione delle strade»

Frana il Cilento, Miraldi: «Dirottare risorse per piazze o altre cose inutili sulla risistemazione delle strade»

di Biagio Cafaro

L’emergenza viabilità continua a preoccupare il territorio del Cilento, nuove frane stanno interessando la viabilità locale in seguito alle ultime precipitazioni.

A risentire di ciò anche Vallo della Lucania, dove il consigliere Miraldi, già assessore dell’amministrazione Aloia, martedì 28 gennaio ha richiesto un consiglio comunale ad hoc: «Più di una settimana fa ho protocollato, in qualità di consigliere comunale di Vallo della Lucania, una proposta di convocazione di consiglio comunale straordinario allargato agli altri sindaci del territorio. Invitavo quindi tutti i consiglieri, sia di maggioranza che di minoranza, a sottoscrivere tale proposta, ma ad oggi nessuno, e dico nessuno, ha sentito il dovere di farlo. Evidentemente non è un problema importante per loro ed è inutile tessere lodi a chi oggi assicura neanche la ordinaria manutenzione. Qualcuno di loro dirà che occorrono fatti e non parole, ma proprio i fatti sono quelli che mancano».

Tra le proposte di Miraldi quella di dirottare i fondi europei per «rifare piazze o altre cose inutili» sulla viabilità, chiaro riferimento anche alla vicenda della riqualificazione della piazza Vittorio Emanuele a Vallo della Lucania: «Leggiamo quotidianamente che i soldi non ci sono o che non sono sufficiente, che la colpa è dello Stato o di chi amministrava prima. I cittadini vogliono conoscere quando  inizieranno i lavori e quando la viabilità ritorni alla normalità. Io una proposta l’avrei, visto che la Regione Campania dovrebbe avere risorse dall’Unione Europea per l’accelerazione della spesa per poi rifare piazze o altri cose inutili, perché invece non si convertono queste risorse e si ‘accelera’ per risistemare tutte le strade dell’intero territorio cilentano?»

Non poteva mancare la stoccata agli assenti alla manifestazione di martedì 4 febbrai a Salerno, nel caso l’amministrazione vallese: «Il Cilento è abbandonato un po’ da tutti, ma non dobbiamo fare lo stesso anche noi cilentani, e chiunque ha la possibilità di muovere anche un piccolo granello di sabbia, lo faccia. Ho apprezzato l’iniziativa, sia del sindaco di Castelnuovo La Maida, che della manifestazione organizzata a Salerno, ma anche lì mancava qualcuno, forse per via della chiusura della strada?»

©

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019