• Home
  • Cronaca
  • Dieci studenti norvegesi, sopravvissuti alla strage di Utoya, saranno ospiti del comune cilentano di Castellabate

Dieci studenti norvegesi, sopravvissuti alla strage di Utoya, saranno ospiti del comune cilentano di Castellabate

di Marianna Vallone

Dieci studenti norvegesi  sopravvissuti alla strage avvenuta lo scorso 22 luglio sull’isola di Utoya in Norvegia, saranno ospiti del comune di Castellabate.

I ragazzi, accompagnati da uno psicologo, un accompagnatore e due genitori, sono in Italia nell’ambito di un percorso di recupero per superare il trauma provocato da quell’ esperienza. L’ospitalità è stata organizzata con la collaborazione di operatori turistici e ristoratori.

Nella mattinata di oggi, a partire dalle 11.00, il sindaco Costabile Spinelli accoglierà i giovani norvegesi a Villa Matarazzo, nell’ambito di un incontro pubblico aperto anche alla stampa.

Intanto, in questi giorni, per loro sono state organizzate numerose escursioni: hanno visitato il centro storico di Castellabate, la zona archeologica e il museo di Paestum, Marina di Camerota e le grotte. Per loro è stata organizzata anche un’edizione straordinaria dei giochi della contea, dove la sfida amichevole vede contrapporsi giovani italiani e norvegesi. Venerdì 7 ottobre i ragazzi saranno condotti alla scoperta del territorio del Parco del Cilento, fino al Monte Gelbison.

«Questi ragazzi hanno vissuto un’esperienza che è impossibile dimenticare. – commenta il sindaco Costabile Spinelli – Il programma di recupero organizzato per loro in Norvegia prevede anche dei viaggi per farli allontanare da quella realtà e Castellabate ha dato subito piena disponibilità ad accoglierli. Mi auguro che questa vacanza possa servire davvero a fargli ritrovare un po’ di serenità».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019