Vallo della Lucania, batterio Legionella nell’acqua della clinica: muore paziente

Avrebbero inquinato la rete idrica della clinica Cobellis di Vallo della Lucania con il batterio della Legionella e avrebbero, di conseguenza, causato la morte di Antonietta Perretta, la paziente morta il 12 luglio del 2010. Questo è il quadro inquisitorio ricostruito dalla procura di Vallo e queste sono le terribili accuse mosse dal pubblico ministero Paolo Itri. Il pm ha chiesto il rinvio a giudizio per Alessandro Brighenti, 59 anni e responsabile del trattamento dell’acqua sanitaria per conto della Zep Italia di Aprilia, insieme a Marco Luigi Danieli, 54 anni. Avanzata anche la stessa richiesta per Giuseppe Di Fluri, 64 anni, direttore del dipartimento di prevenzione dell’Asl 3 di Salerno. I tre sono iscritti nel registro degli indagati per il decesso della donna, avvenuto dopo aver contratto il batterio mentre era ricoverata nella clinica cilentana. Tra i reati contestati c’è anche quello dell’avvelenamento di acque e di sostanze destinate all’alimentazione. L’udienza preliminare è fissata per il 18 maggio prossimo. Il gup dovrà decidere se mandare alla sbarra gli indagati o optare per il no luogo a procedere.

©Riproduzione riservata