Vallo della Lucania, dopo presunta violenza su 16enne spunta altra denuncia per stupro

Sarebbero due i casi di violenza sessuale registrati sul territorio di Vallo della Lucania nel corso degli ultimi giorni. Nei bar e nelle piazze della cittadina cilentana non si fa che parlare di questo. I fatti risalirebbero uno a lunedì notte e uno alla scorsa settimana. Il primo, il più noto, è quello che vede spiacevolmente protagonista una ragazzina di 16 anni, originaria di Ceraso, che sarebbe stata aggredita e violentata da un 19enne del posto che ora è finito sotto la lente di ingrandimento della procura e dei carabinieri. Nella stessa notte, però, una donna di 46 anni di Vallo della Lucania, avrebbe sporto denuncia alle forze dell’ordine del capitano Mennato Malgieri, ricostruendo una orribile storia che si sarebbe consumata ai suoi danni. Secondo il racconto della presunta vittima, un uomo, 49 anni, con una scusa, l’avrebbe convinta a seguirlo a casa sua, per poi violentarla. Dopo alcuni giorni trascorsi tra angoscia e dolore, la 46enne, molto conosciuta e stimata in città, accompagnata da un’amica fidata, ha poi deciso di raccontare tutto ai militari dell’Arma, ai quali ha spiegato di aver provato vergogna per quanto subito e di aver deciso di denunciare il tutto per mettere in guardia altre donne da pericoli simili. I carabinieri ci hanno messo poco a rintracciare l’uomo, un nullafacente con precedenti specifici, denunciato a piede libero in attesa di ulteriori risvolti investigativi. Ora sulle scrivanie dei magistrati vallesi ci sono due casi che scottano. I cittadini vogliono risposte e soprattutto cominciano ad aver paura.

©Riproduzione riservata