Mingardina: ancora code chilometriche ai semafori, la protesta dei cittadini

Infante viaggi

Cambia la gestione ma non la sostanza. Così si può sintetizzare la vicenda dell’ultima settimana della strada “Mingardina” che collega Marina di Camerota e Palinuro al resto d’Italia. Infatti mercoledì 3 luglio la gestione della sr ex ss 562/d è passata dalla provincia di Salerno al comune di Camerota. Purtroppo tale passaggio di consegne non ha generato il cambiamento tanto auspicato da residenti e turisti anche perché non è cambiato niente sul luogo. La strada è sempre percorribile a senso unico alternato dal semaforo. Semaforo che anche questo fine settimana ha creato in questo fine settimana code chilometriche. Responsabilità che non vuole assumersi il sindaco di Camerota Antonio Romano: «Gli accordi con l’assessore Pierro – dice – erano altri, la Provincia ci aveva garantito l‘intervento dei rocciatori per eliminare le pietre pericolanti». Infatti sarebbe già pronto un progetto per la messa in sicurezza della strada ma i lavori non sono ancora stati effettuati per le conseguenze che ne scaturirebbero sulla stagione turistica in quanto si dovrebbe chiudere la strada.

  • assicurazioni assitur

Per questo motivo il gruppo consiliare di minoranza “Un’altra Camerota” per questa sera domenica 7 alle ore 18.00 in zona Mingardina, presso i semafori, ha invitato «la cittadinanza, i lavoratori e le imprese dell’ intero comparto turistico a partecipare alla manifestazione di protesta per il ripristino immediato della viabilità». 

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur