Vallo della Lucania: le sorti della Gelbison in mano al sindaco

Infante viaggi

Nel comprensorio vallese continua a tenere banco la vicenda della Gelbison. Il sodalizio rossoblu da tempo non riesce a trovare una guida dopo le dimissioni del presidente Antonio Piccininno. A nulla sono valse le numerose assemblee che si sono svolte nelle ultime settimane nonostante le tante voci che davano noti imprenditori locali pronti a scendere in campo per salvare la società.  Mercoledì 3 luglio, nella sala stampa dello stadio Morra, si è tenuta l’ultima assemblea nella quale Piccininno, nonostante i numerosi attestati di stima, ha ribadito di non essere intenzionato a tornare sulla sua decisione e di confermare le dimissioni. La riunione  ha avuto toni molto aspri soprattutto quando si è dovuto constatare che, nonostante i proclami sui vari organi di informazione locali, coloro che si erano fatti avanti per prendere in mano la guida della squadra non hanno ritenuto di partecipare all’assemblea che avrebbe dovuto esprimere il nuovo presidente e la nuova struttura societaria. La riunione si è protratta ben oltre la mezzanotte e alla fine Piccininno, l’ex vice Mainenti e il Direttore Generale Di Spirito, non avendo avuto riscontro positivo tra i partecipanti, hanno deciso, con molto rammarico, di consegnare le sorti della squadra al sindaco di Vallo della Lucania. Giovedì 4 luglio alle 9 di mattina gli stessi ex dirigenti si sono recati presso la casa comunale dove hanno incontrato il sindaco Antonio Aloia a cui hanno rappresentato tutte le vicende che hanno portato a questo gesto estremo. Il primo cittadino vallese si è preso alcuni giorni per sondare il terreno e provare a trovare persone in grado di aiutare la Gelbison.  I tifosi e gli appassionati di calcio del comprensorio cilentano sono alla finestra in attesa della fumata bianca che garantisca la continuità alla squadra. Nell’ambiente c’è molto stupore e rammarico per quello che sta accadendo soprattutto se si tiene conto del fatto che questa crisi viene alla fine della migliore stagione della storia della società rossoblu. Intanto l’incertezza delle vicende societarie ha convinto molti big della squadra a cambiare aria. I vari Pascuccio, Sene, Manzo, Spicuzza e perfino il capitano Pecora si sono già accasati altrove. Lunedì 8 luglio sarà la giornata cruciale per questa intricata vicenda. Ci si attende una comunicazione definitiva sulle sorti societarie. Trascorsa inutilmente anche questa giornata si rischia grosso. Incombono, infatti,  i termini per l’iscrizione al campionato e per la consegna delle fideiussioni alla federazione.

  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur