Santa Maria di Castellabate, sequestrati 120 chili di ricci di mare

Infante viaggi

Continua incessante l’opera di contrasto alla pesca illegale da parte degli uomini dell’ufficio circondariale marittimo di Agropoli diretti dal tenente di vascello Rosario Florio. Durante la tarda serata di venerdì gli uomini dell’ufficio locale di Santa Maria di Castellabate, alle dipendenze del maresciallo Pasquale De Vita, in collaborazione con i carabinieri agli ordini del capitano Presutti, hanno sorpreso tre pescatori sportivi, originari di Bari, con un ingente carico di ricci di mare, circa 120 chili. E’ scattato immediatamente il sequestro degli attrezzi e del pescato perché a ogni pescatore sportivo è consentita, esclusivamente, la raccolta di 50 ricci di mare.

Il personale della guardia costiera continuerà alle verifiche per il rispetto della normativa nazionale e comunitaria in materia di pesca marittima anche in considerazione dell’avvicinarsi delle festività natalizie, periodo in cui cresce il consumo dei prodotti del mare. Queste ultime operazioni verranno coordinate dal Centro di controllo area pesca della direzione marittima di Napoli, diretta dal contrammiraglio Antonio Basile, e dal servizio operativo della Capitaneria di Porto di Salerno, diretta dal capitano di vascello Maurizio Trogu.

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi