Tajine di pollo, aromi mediorientali nel piatto

Il tajine si tratta di una pietanza tipica della cucina nordafricana e in particolare marocchina di carne in umido, essa prende il nome dal caratteristico piatto in cui viene cotto. Un piatto con coperchio conico che fa circolare il vapore lasciando la carne morbida e umida. In questa ricetta ho fatto un tajine di pollo con spezie tipiche della cucina marocchina. Un’esplosione di profumi e sapori intensi che rendono speciale questo magnifico piatto da servire nel tajine stesso e dove i commensali possano servirsi da soli. Il brodetto che ne rimane può essere gustato con pane arabo.

Ingredienti:
½ pollo ruspante
100 gr di pomodorini gialli
4-5 scalogni
1 anice stellato
3-4 semi di cardamomo
Zenzero fresco
Curry
Curcuma
1 spicchio d’aglio
Sale e pepe
Olio evo

Preparazione:
Tagliamo il pollo a pezzi grossi, oppure facciamolo tagliare dal macellaio, mettiamo il tajine sul fuoco avendo cura di mettere uno spargi fiamma per evitare che si spacchi, mettiamo 3 cucchiai di olio evo e lo spicchio d’aglio. Mettiamo il pollo tagliato a pezzi e le spezie in polvere spolveriamole su tutta la superficie. Accendiamo il fuoco e cominciamo a cuocere senza il coperchio, facciamo rosolare bene il pollo, saliamo e pepiamo. Tagliamo lo zenzero a fettine e mettiamolo tra i vari pezzi di pollo, aggiungiamo l’anice stellato, i semi di cardamomo, i pomodorini gialli tagliati in quattro e un mestolo d’acqua. Mettiamo il coperchio del tajine e facciamo cuocere a fiamma bassa per almeno 1 ora. Di tanto in tanto controlliamo che non secchi, cosa improbabile, ma controllare non fa male di sicuro. Possiamo spegnere quando vediamo che la carne comincia a staccarsi dall’osso. Serviamo il tajine mettendolo a centro tavola e invitiamo gli ospiti a servirsi da soli!

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI 

Seguici su facebook Istagram: #cilentaniaifornelli  twitter: @CilentoFornelli