Sarnese – Agropoli 3-0, male la prima per i delfini

Il tabellino non lascia spazio ad interpretazioni. Spesso il punteggio può essere bugiardo, ma questa volta non è così. La Sarnese ha meritato di vincere mentre l’Agropoli all’opposto deve tornare a casa e rimuginare sui propri errori e su un atteggiamento sbagliato. Santosusso avrà da lavorare questa settimana. Bravi i padroni di casa, aggressivi fin dall’inizio e che praticamente non rischiano niente per tutto il match. Atleticamente gli uomini di Esposito sono sembrati più freschi e hanno corso di più, non fallendo le occasioni capitate. 

Partenza al fulmicotone e Agropoli subito ko. Pronti via e la Sarnese si ritrova subito in vantaggio. Quando sono passati circa 120 secondi, Savarese serve Di Capua che a sua volta regala un ottimo pallone a Gabbiano. Il terzino fa partire un tiro a giro che si insacca alle spalle di Novelli. Esordio con goal, niente male per il calciatore della Sarnese. Al 17 esimo minuto, raddoppio per la squadra di Esposito. Savarese, incontenibile a tratti, dribbla e fa partire un tiro che Novelli respinge (non perfetto nell’occasione). Simonetti, appostato in area, non fallisce di testa. E’ 2-0. A questo punto il match sembra essere un Everest impossibile da sormontare per i delfini. Santosusso decide di cambiare subito faccia alla squadra e al 24 esimo sostituisce Cascone con Schettino, passando al tridente. L’Agropoli ha una piccola reazione, ma gli attacchi sono sterili e il primo tiro in porta arriva addirittura alla mezzora quando Siano approfitta di un errore di Gabbiano e permette a Sorrentino di esaltarsi con un bell’intervento. La Sarnese ad ogni modo, continua a macinare azioni e prima Di Palma e poi Savarese sfiorano la rete del 3-0. Si va negli spogliatoi con i padroni di casa in pieno controllo e con gli uomini di Santosusso in quasi totale confusione.

Agropoli tenta l’assalto, ma Ianniello punisce. Nella ripresa l’andamento del match sembra cambiare. L’Agropoli diventa più aggressivo e gioca meglio a calcio, anche se gli attacchi restano sterili. La Sarnese non dorme di certo, e al sesto minuto Di Palma, solo in area, spara alto. E’ solo l’antipasto di quello che sarà poi il goal del definitivo 3-0. Al 14 esimo, Ianniello raccoglie palla sulla trequarti avversaria e lascia partire un tiro di rara bellezza che termina la sua corsa all’incrocio dei palli- Novelli annichilito letteralmente. Al 20 esimo gli ospiti cercano di ridurre le distanza, ma Sorrentino devia il colpo di testa di Capozzoli. Nel finale di gara comunque, è sempre la Sarnese a rendersi pericolosa. Al 40 esimo Langella, entrato da pochi minuti, scatta ed entra in area, ma si fa respingere il tiro da Novelli mentre negli ultimi istanti viene annullato un goal a Iovene.

Santosusso decide di non rilasciare dichiarazioni. In sala stampa l’allenatore dei delfini Santosusso, decide di non presentarsi. Sintomo di arrabbiatura. Ci pensa il presidente Domenico Cerruti che alla Città di Salerno dichiara: “siamo una squadra molto giovane, abbiamo bisogno di tempo per fare bene. Siamo prossimi a concludere dei colpi di mercato che ci renderanno più competitivi. Per quanto riguarda il match giocato oggi, il goal subito dopo due minuti ci ha buttati giù pesantemente.” Inizia una settimana difficile per Santosusso. Domenica prossima in casa contro il Roccella (che ha pareggiato in casa contro la Palmese) sarà vietato sbagliare. Perdere ci sta, ma l’atteggiamento è quello che conta di più. E quello di ieri in quel di Sarno, è stato sbagliato.

Sarnese. Sorrentino, Gabbiano, Loreto, Miccichè, Pastore, Fontanarosa, Savarese, Di Capua, Simonetti (22’st Iovene), Di Palma (37’st Catalano), Ianniello (31’st Langella). A disposizione: Baietti, Viscovo, Liccardi, Naso, Balzano, Salvato. Coach Esposito

Agropoli. Novelli, Cascone (24’pt Schettino), Gagliardo, Salese, Pascuccio, Cardinale, Capozzoli, Gargiulo, Puntoriere, Siano, D’Avella G. (4’st Scarpato). A disposizione: Polverino, Banco, Palumbo, D’Avella F., Bernardini, De Simone. Coach: Santosusso

Arbitro: Massara di Reggio Calabria

Reti: 2’pt Gabbiano, 17’pt Simonetti, 14’st Ianniello