Cilento, testa di maiale davanti casa del sindaco. Ministero dispone osservatorio permanente

L’interrogazione presentata dal parlamentare Pd Simone Valiante ha ricevuto risposta. E’ arrivata venerdì in Commissione Affari Costituzionali la risposta all’interrogazione presentata sugli atti intimidatori ricevuti dal sindaco di Corleto Monforte Antonio Sicilia. La richiesta di Valiante nasce dal caso specifico di Sicilia, ma riguarda i tanti amministratori locali. «Puntuale la precisazione del sottosegretario che non solo ha ricordato la vigilanza costante delle forze dell’ordine per chi subisce tali minacce, ma anche l’istituzione di un osservatorio permanente che monitora e garantisce il controllo su tutti gli atti intimidatori che subisce chi è impegnato in prima linea anche nei nostri Comuni», commenta il deputato cilentano. L’episodio risale al maggio scorso, quando il sindaco di Corleto ha trovato all’ingresso della propria abitazione, una testa di maiale mozzata e ancora sanguinante. Sicilia ha avvertito i carabinieri che hanno iniziato le indagini per risalire all’autore o agli autori del gesto. Un gesto che potrebbe essere collegato alla situazione politica del paese. All’epoca dei fatti Sicilia era candidato, per il suo terzo mandato, con una lista civica in vista delle elezioni comunali del 5 giugno. 

©Riproduzione riservata