• Home
  • Cronaca
  • Edifici scolastici vecchi e a rischio: in Campania solo l’8,4% costruito secondo criteri antisismici

Edifici scolastici vecchi e a rischio: in Campania solo l’8,4% costruito secondo criteri antisismici

di Marianna Vallone

Vigili del fuoco e Protezione civile sono al lavoro per fare una ricognizione dei danni e accertare l’agibilità degli edifici, soprattutto scolastici, dopo lo sciame sismico di dicembre. «Le scuole in Campania non sono sicure». A sottolinearlo sono il presidente di Legambiente, Michele Buonomo, e il presidente dell’ordine dei geologi della Campania, Francesco Peduto.

Rapporto Legambiente «Dall’ultimo report Ecosistema Scuola di Legambiente si evidenzia che circa il 60% del patrimonio edilizio scolastico in Campania è precedente al 1974, anno di entrata in vigore delle norme sulle edificazioni nelle zone a rischio sismico. Solo l’8,4% risulta costruito secondo criteri antisismici, nel 31,1% è stata effettuata la verifica di vulnerabilità antisismica a fronte di un 100% di edifici posti in aree a rischio sismico». L’appello di Buonomo è di non aspettare e di «occuparsi seriamente di prevenzione in una Regione dal territorio fragile».

Secondo Francesco Peduto, presidente dei geologi della Campania, ci sono 4608 scuole e 259 ospedali localizzati in zone a rischio sismico e circa la metà ha avuto un aumento nella “classe sismica”. E denuncia: «In Campania ancora oggi non abbiamo un dispositivo legislativo che impone il Fascicolo del Fabbricato: tale strumento ci avrebbe permesso di conoscere lo stato di salute degli edifici».

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019