Terremoto nel comparto rifiuti: Del Gaudio mandato a casa, il Pd contro la Yele. Il 16 sciopero generale

È un vero e proprio terremoto quello che sta investendo il comparto rifiuti della Campania, in particolar modo nel Cilento anche in considerazione della società compartecipata del Co.ri.sa/4 la Yele spa.

Revoca Del Gaudio Con un decreto, Antonio Iannone, commissario della Provincia di Salerno, ha revocato l’incarico di commisssario liquidatore del Co.ri.sa/4 a Domenico Del Gaudio: «Con riferimento a circostanze verificatesi recentissimamente, che l’avv. Del Gaudio Domenico Nicola, quale commissario liquidatore del consorzio bacino Salerno 4, ha inadeguatamente esercitato la doverosa attività di vigilanza e controllo sulla partecipata Yele Spa» si legge tra le motivazioni. Oltre a ciò viene contestato a Del Gaudio la mancata liquidazione del Consorzio, o almeno porre in essere azioni per la liquidazione del Co.ri.sa/4, nonostante i 5 anni di commissariamento.  

Pd contro Yele Ma non è tutto perché pochi giorni prima della revoca del mandato a Del Gaudio il Partito democratico di Salerno, nella persona di Antonio Bruno, aveva richiesto chiarimenti allo stesso ex commissario liquidatore sullo stato dell’arte del Co.ri.sa/4, delle problematiche e dei rapporti con la società partecipata Yele spa. Il Pd, quindi, ha diffidato il Consorzio «dal porre in essere qualsiasi atto di licenziamento nei confronti dei lavoratori del Co.ri.sa/4 regolarmente assunti entro il 31 dicembre 2008 e a revocare gli atti di licenziamento già adottati» e ha chiesto, tra le altre cose, alla Yele «di sospendere le assunzioni dirette a tempo determinato e l’affidamento a cooperative del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani».

Sciopero I sindacati del comparto rifiuti (AssoTrasporti, Usb, Uap, Sindacato Azzurro, Cesil, Cobas e Snaf-Fna) hanno indetto lo sciopero generale dei dipendenti dei consorzi di bacino della regione Campania, tra cui il Co.ri.sa/4 «Forse è l’ultima volta che si vedranno tutti i dipendenti dei consorzi uniti e compatti per chiudere questa partita e ottenere un reddito sicuro fino alla pensione. Eliminiamo in un giorno tutti i soprusi che abbiamo subito» così i segretari del cartello sindacale