• Home
  • Cronaca
  • Montesano sulla Marcellana: consiglio comunale straordinario per deliberare due punti importanti, Terme e sottostazione elettrica

Montesano sulla Marcellana: consiglio comunale straordinario per deliberare due punti importanti, Terme e sottostazione elettrica

di Vincenzo Di Santo

Si è tenuto, presso la Scuola Media di Montesano Scalo, il consiglio comunale in seduta straordinaria. All’ordine del giorno due comunicazioni importanti del sindaco Volentini: la costruzione della sottostazione elettrica ad opera di Terna in località Tempa S.Pietro di Montesano Scalo e contestualmente, il recente acquisto del complesso “Terme di Montesano”. Sulla costruzione della sottostazione il sindaco ha notiziato la comunità degli ultimi eventi in particolar modo il sequestro del cantiere ad opera della locale Procura. Lo stesso Sindaco ha poi lanciato una proposta, accolta e deliberata all’unanimità: inserire nel logo del Comune di Montesano e in tutte le indicazioni stradali e non la scritta “Città ad alta sensibilità ambientale”. A tal riguardo dichiara Fiore: “Ho proposto all’intero consiglio comunale l’inserimento della scritta “Città ad alta sensibilità ambientale” nel logo e nelle indicazioni del Comune per rendere palese oggi e nel tempo a venire la volontà della nostra comunità di evitare ogni progetto che contrasti con la cura del nostro ambiente. La sensibilità ambientale, è, e dovrà diventare ancor più la caratteristica pregnante del nostro territorio al fine di chiudere le porte a mastodontici progetti, ad elevato impatto ambientale, come quello previsto dalla Terna in località Tempa S.Pietro di Montesano Scalo”.Sono intervenuti sull’argomento la minoranza consiliare che ha condiviso la proposta del sindaco, gli assessori comunali Bianculli e Perruolo e il vice sindaco Rinaldi che, in un lungo intervento, ha rimarcato la necessità di difendere con sana passione la bellezza naturale che Montesano ha insita in sé proponendo, inoltre, di inviare a tutti i presenti alle conferenze dei servizi del 2008 e del 2010, gli atti del consiglio comunale in corso in cui emerge chiaramente il diniego, supportato da valide motivazioni, alla costruzione della sottostazione nel posto prescelto a Montesano.
Secondo punto all’odg, non casuale, l’acquisto da parte di locali imprenditori del complesso Terme di Montesano. L’amministrazione, dopo aver espresso i complimenti ai nuovi proprietari, ha proposto che il credito insinuato che il Comune vanta sulle Terme possa essere utilizzato o per entrare, con una propria quota, nella società che gestirà il complesso termale o per progetti di marketing turistico in particolar modo termale. Anche questa posizione è stata sostenuta all’unanimità.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019