Sapri, l’ultimo saluto al poliziotto Impieri (FOTO)

Infante viaggi

Una folla composta e commossa già dal primo pomeriggio di lunedì 8 luglio ha riempito la chiesa dell’Immacolata di Sapri per l’ultimo saluto a Massimo Impieri, il poliziotto cilentano ucciso a Crotone da un’auto pirata mentre prestava servizio sulla strada statale 106. Il sindaco, Giuseppe Del Medico, ha voluto che fosse lutto cittadino. A officiare il rito funebre è stato il vescovo di Teggiano-Policastro, Antonio De Luca, che ha espresso parole di conforto per i familiari di Massimo. «Un ragazzo buono – ha detto – un credente che svolgeva la sua attività con impegno e dedizione». Massimo Impieri era entrato in Polizia seguendo le orme del padre, stimato e apprezzato nella zona.

Morte Impieri, nel pomeriggio i funerali del poliziotto di Sapri investito a Crotone

Investe poliziotto e scappa: morto agente polstrada di Sapri

  • assicurazioni assitur

Ai funerali hanno preso parte il direttore centrale della polizia stradale, Santi Giuffré, il dirigente generale, Luigi Mone, i prefetti di Salerno e Crotone, i vertici delle forze dell’ordine delle due città, il comandante interregionale dell’Arma, il generale Maurizio Gualdi, il comandante provinciale dei carabinieri Parrulli, il capitano Emanuele Tamorri e il presidente della corte d’appello di Salerno, Matteo Casale. Toccante l’omelia del vescovo che ha ribadito che la morte rientra nella storia dell’essere umano, ma non a 35 anni. Commosso particolarmente è stato il capo della polizia Alessandro Pansa che ha evitato commenti sull’accaduto. Ai funerali si è notata la presenza di molti amici, colleghi e compagni di gioco di Massimo che, amava nel tempo libero giocare a calcio.

© Riproduzione riservata 

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur