Sabato da bollino rosso sulle strade e autostrade d’Italia

Sabato 9 agosto da bollino rosso, come previsto dall’Anas nel calendario dei giorni critici, con traffico molto intenso a partire dalla mezzanotte su tutta la rete stradale e autostradale italiana, in uscita dalle aree metropolitane e, successivamente, sui principali itinerari delle vacanze, in direzione delle località balneari o di montagna, con una media nazionale  su tutta la rete del 4% in più di transiti rispetto al 2013 e punte maggiori di traffico su alcuni singoli itinerari di grande rilevanza.

Anche la giornata di venerdi ha fatto registrare grandi volumi di traffico. Su tutta la rete stradale e autostradale di competenza dell’Anas si è avuto un aumento dei transiti di oltre il 10% rispetto alla stessa giornata dello scorso anno. Prima per traffico delle strade gestite dall’Anas l’autostrada 90 Grande Raccordo Anulare, sulla quale sono transitati oltre 155 mila automezzi. Seguono con 90 mila transiti l’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria (di cui circa 60 mila in direzione sud), con circa 75 mila transiti la Roma-Fiumicino, con circa 55 mila transiti  il tratto laziale della statale 1 “Aurelia”  e con 48 mila transiti il Raccordo autostradale 13 per Fernetti in Friuli Venezia Giulia. 

Oggi, alle ore 9, si sono registrati già oltre 30 mila transiti sul Gra di Roma e 16 mila transiti sulla Roma-Fiumicino. Traffico intenso verso i valichi di frontiera della Slovenia, con 17 mila transiti sul raccordo autostradale 13 per Fernetti (in leggero decremento rispetto al 2013). Le più rilevanti direttrici delle vacanze hanno fatto registrare in media 10-12 mila transiti, come la SS16 “Adriatica”, in particolare nella zona di Brindisi (+ 9% in direzione del mare), la SS1 “Aurelia”, in particolare a Cecina nel livornese (+6% in direzione mare), la SS77 “della Val di Chienti” a Civitanove Marche (+15%), la A19 Palermo-Catania a Bagheria (+13%), la SS36 “del lago di Como e dello Spluga” a Lecco (in aumento rispetto al 2013 in direzione Sondrio), la SS714 Tangenziale di Pescara (+15% in direzione mare).

Il traffico si sta intensificando dalle prime ore di questa mattina anche sulla dorsale adriatica (statale 16) in Emilia Romagna, tra Ferrara, Rimini e Riccione e in Abruzzo; sulla statale 309 “Romea” sempre in Emilia Romagna. Traffico sostenuto anche  sulla statale 14 “della Venezia Giulia” in Veneto, in direzione Jesolo, sulla statale 1 “Aurelia” in Liguria e Toscana, sulla statale 7 “Appia” nel Lazio, in Puglia e in Campania e sulla statale 18 “Tirrena Inferiore” in Campania nel salernitano e in Calabria tra Cosenza, Vibo Valentia e Reggio Calabria.

Flussi di circolazione molto alti anche sul raccordo autostradale Salerno-Avellino, in direzione Salerno, e sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria, con oltre 40 mila transiti nelle due direzioni (dati aggiornati alle ore 10) e una netta prevalenza verso sud (34 mila transiti, leggermente superiori al 2013). Sulla A3 i flussi veicolari sono aumentati gradualmente a partire dalle ore 5:00, in direzione Reggio Calabria. Rallentamenti senza disagi si sono registrati di prima mattina tra Lauria e Laino Borgo, ai confini tra Basilicata e Calabria, dove l’Anas ha messo a disposizione degli utenti due corsie in direzione sud per consentire il deflusso veicolare ed evitare disagi alla circolazione, e intorno alle 10 tra Polla e Atena Lucana, al km 76, per un incidente.

Agli imbarchi di Villa S. Giovanni si registrano due ore di attesa per la Sicilia. Questa mattina si sono registrati rallentamenti sul Grande Raccordo Anulare a causa di un incidente al km 59,200 che ha coinvolto un’auto e una moto provocando un ferito. Un incidente anche sulla statale 36 in Lombardia, per un mezzo pesante uscito fuori strada al km 6, e sul Raccordo Salerno-Avellino per un tamponamento al km 8. Per la giornata odierna rimane in vigore fino alle ore 22 il divieto di transito sulla rete stradale e autostradale per i mezzi pesanti con massa superiore alle 7,5 tonnellate, al fuori dei centri abitati. Divieto anche domani, domenica 10 agosto, dalle ore 7 alle ore 24.

Il calendario completo dei giorni di traffico intenso è disponibile su www.stradeanas.it.

AGGIORNAMENTO ORE 13 

Aumenti in doppia cifra su molte arterie. Alle ore 12, si sono registrati già oltre 50 mila transiti sul Gra di Roma. Traffico assai intenso anche sulla SS1 “Aurelia”, a San Vincenzo nel livornese (20 mila transiti); la SS36 “del lago di Como e dello Spluga” a Lecco (19 mila transiti); il tratto laziale della SS1 “Aurelia (17 mila transiti); la SS77 “della Val di Chienti” a Civitanove Marche (17 mila transiti); la SS714 Tangenziale di Pescara (15 mila transiti); la SS16 “Adriatica”, in particolare nella zona di Brindisi (15 mila transiti); la SS379 “Egnazia e delle Terme di Torre Canne” sempre a Brindisi (15 mila transiti); la SS101 “Salentina di Gallipoli” nel Salento  (15 mila transiti); la A19 Palermo-Catania a Bagheria (14 mila transiti); la SS14 “della Venezia Giulia” (14 mila). Flussi consistenti, con una media di 12-13 mila transiti, anche sulla E45, nel perugino e nel cesenate; sul raccordo autostradale 14 a Trieste; sulla SS18 “Tirrena Inferiore” nel salernitano; sulla SS106 Jonica in provincia di Catanzaro e di Matera; sulla SS16 “Adriatica” verso Rimini e la costiera romagnola.

In Sardegna aumento dei flussi rispetto al 2013 sulla SS131 “Carlo Felice e SS125 “Orientale Sarda”, con circa 8 mila transiti ciascuna, ma senza ripercussioni sulla circolazione. In controtendenza la Roma-Fiumicino (che con 25 mila transiti è in riduzione rispetto al 2013) e il raccordo autostradale 13 per Fernetti in direzione della Slovenia (24 mila transiti, anch’esso in leggero decremento rispetto al 2013).  Il traffico è sempre intenso sulla strada statale 16 “Adriatica” in Emilia Romagna, Marche, Abruzzo e Veneto; sulla statale 1 “Aurelia” in Liguria, sulla statale 7 “Appia” nel Lazio (Latina), in Campania (Avellino) e in Basilicata (Potenza), sulla statale 309 “Romea” in Emilia Romagna, sulle SS3bis e 223 in Toscana e sulla statale 18 “Tirrena Inferiore” in Basilicata  e Calabria. Circolazione intensa anche sulle statali 107 “Silana-Crotonese” e 106 “Jonica”, nelle province di Cosenza e Crotone, in Calabria.

I flussi di circolazione restano molto alti anche sul raccordo autostradale Salerno-Avellino, in direzione Salerno, e sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria, tra Sicignano e Padula e tra Lagonegro e Lauria. In direzione sud sono stati registrati oltre 41 mila transiti. Tra Petina e Polla la circolazione è tornata alla normalità, ma sempre molto intensa, dopo i rallentamenti registrati in carreggiata sud a causa di un incidente tra due veicoli al km 76. Agli imbarchi di Villa S. Giovanni si registrano due ore di attesa per la Sicilia. Nelle Marche la statale 76 della Val d’Esino è stata chiusa provvisoriamente al traffico per un incidente che ha coinvolto più veicoli. Per la giornata odierna rimane in vigore fino alle ore 22 il divieto di transito sulla rete stradale e autostradale per i mezzi pesanti con massa superiore alle 7,5 tonnellate, al di fuori dei centri abitati. Divieto anche domani, domenica 10 agosto, dalle ore 7 alle ore 24.

© Riproduzione riservata