Furto del tesoro di San Pantaleone a Vallo della Lucania, preso in Romania un altro ladro

Il 26enne Bala Nelu, ritenuto responsabile insieme ad altri cinque, del furto dell’oro di San Pantaleone a Vallo della Lucania, è stato arrestato nei giorni scorsi in Romania. Un arresto reso possibile grazie alle indagini dei carabinieri della compagnia vallese, coordinati dal capitano Mennato Malgieri, ancora al lavoro non solo per individuare l’ultimo ladro ma anche per recuperare il resto del tesoro, per un bottino complessivo di 100mila euro. Lo riporta il quotidiano La città di Salerno

Il furto è avvenuto nella cattedrale di San Pantaleone di Vallo della Lucania la notte del primo febbraio. I malviventi, probabilmente sette, prima hanno disattito l’impianto di videosorveglianza, poi hanno forzato la porta d’ingresso della sacrestia e scassinato la teca con l’oro votivo del santo patrono della città. Per i militari si è trattato di «un’azione criminale studiata nei dettagli, in cui nulla è stato lasciato al caso». Un piano perfetto però bloccato dai militari dopo indagini a tappeto e aver visionato migliaia di immagini di caselli autostradali e videosorveglianza pubblica e privata. 

In manette erano già finiti lo scorso 23 febbraio Angel Calin, 31 anni; Florin Vandan Silaghi, 21 anni; Marius Cutitar, 30 anni; Andrei Ciprian Lacatus, 19 anni; Calin Ciurar, 29 anni. I cinque sono tutti nati in Romania ma attualmente sono senza fissa dimora e vivono girando per l’Europa.

©Riproduzione riservata