Scarichi illeciti nel fiume Tanagro: scatta il blitz delle guardie ecozoofile

Infante viaggi

Le guardie ecozoofile del comando provinciale di Salerno, nei giorni scorsi, durante lo svolgimento di predisposti servizi di vigilanza ambientale e controllo dei corsi d’acqua che attraversano il comune di Sala Consilina, giunti in località Vallone San Giovanni, e precisamente al torrente Lontraro, hanno trovato uno scarico che sversa i propri reflui nel torrente. Le guardie hanno notato anche chiazze grigiastro-marroni, schiume e residui di particelle sospese, emananti pessimi odori, in quanto i reflui non trattati possono avere conseguenze igieniche ed estetiche sgradevoli e talvolta pericolose. Gli accertamenti eseguiti già sono stati comunicati all’autorità giudiziaria competente oltre che a quella amministrativa, per i dovuti provvedimenti del caso.

Il responsabile provinciale, Vincenzo Senatore, evidenzia che gli autori di detto illecito, di natura penale ed amministrativa, saranno perseguiti nelle opportuni sedi al fine primario di porre fine allo stato di abuso e di illegalità agli scarichi senza depurazione nei fiumi salernitani. Il responsabile fa presente che il fiume Tanagro attraversa il Vallo di Diano, territorio a vocazione agricolo, per cui le acque vengono utilizzate per scopi irrigui, mettendo a grave rischio la salute dei cittadini. Lo stesso rammenta che «nelle settimane a venire saranno predisposti nuovi servizi di vigilanza del genere al fine di verificare lo stato di salute anche di altri fiumi salernitani».

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur