Capaccio, spiagge libere: parte il servizio di salvataggio

Infante viaggi

Partirà nei prossimi giorni il servizio di salvataggio sulle spiagge libere del litorale di Capaccio Paestum. Lo ha deciso la giunta comunale con un’apposita delibera con la quale ha dato incarico all’ufficio competente di predisporre gli atti necessari. La fascia costiera del comune, infatti, è lunga circa 12 chilometri e sono molti i tratti non affidati a concessionari privati e lasciati alla libera fruizione dei turisti. Le postazioni di salvataggio verranno collocate nei tratti ritenuti più a rischio nel periodo di maggiore affluenza turistica e saranno attive, come prevedono le ordinanze balneari, dalle 8.30 alle 19.

  • assicurazioni assitur

«A queste postazioni di salvataggio bisognerà aggiungere tutte le altre che verranno assicurate da coloro che otterranno l’autorizzazione per fittare attrezzature da spiaggia sull’arenile comunale – dichiara il consigliere delegato allo Sviluppo della fascia costiera Maurizio Paolillo – A fronte di trentanove autorizzazioni abbiamo avuto oltre quaranta risposte al bando – continua – Ora bisognerà vedere chi possiede i requisiti richiesti. Tra i servizi che queste persone dovranno assicurare – conclude – c’è anche il servizio di salvataggio». «La sicurezza di cittadini e turisti deve essere sempre al primo posto – afferma il sindaco Italo Voza – E qui a Capaccio Paestum sappiamo, per esperienza, quanto siano importanti le postazioni di salvataggio perché, per inesperienza o imprudenza da parte dei bagnanti, il pericolo è sempre alto».

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur