Turismo enogastronomico, Coldiretti presenta progetto ristoranti a km 0 al Tti di Rimini

Infante viaggi

Un circuito di ristoranti e agriturismi a Km 0 in cui si potranno degustare piatti realizzati esclusivamente con prodotti del territorio (carni, salumi, formaggi, farine, legumi, verdure, vini, olio ma anche pesce a ‘miglio zero’) provenienti dalle aziende agricole salernitane. E poi altre iniziative, con scuole di cucina, laboratori in piazza e percorsi naturali-enogastronomici. E’ il progetto di Coldiretti Salerno, in vista dell’ormai imminente approvazione della legge regionale del turismo. L’obiettivo è di costituire un Distretto del Buon vivere attraverso la valorizzazione dei percorsi enogastronomici e agrituristici con una maggiore integrazione tra le risorse ambientali, naturali, attività agricole ed economiche.

«Il sistema turistico e quello agroalimentare rappresentano due formidabili assi per l’economia della provincia di Salerno – osserva il presidente provinciale di Coldiretti, Vittorio Sangiorgio – mettere a sistema il grande patrimonio agroalimentare e rurale per una promozione ai fini turistici è fondamentale per dare impulso al territorio e valorizzarne le tradizioni, la storia e la cultura». Coldiretti Salerno presenterà ufficialmente il progetto nel corso del TTI di Rimini, l’appuntamento clou dedicato alla promozione del prodotto turistico italiano sui mercati internazionali, in programma dal 17 al 19 ottobre a Rimini, in collaborazione con la Camera di Commercio di Salerno e Ilo Tour. Nei due giorni e mezzo di workshop sarà presentata la rete degli agriturismi aderenti a Terra Nostra Campagna Amica e dei prodotti di eccellenza della provincia di Salerno ad oltre 600 buyer provenienti da circa 60 Paesi del Mondo, con workshop e degustazioni. Una strategia che permetterà di mettere in luce le eccellenze dell’offerta turistica salernitana.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur