• Home
  • Politica
  • Emergenza Comunità Montane: anche il deputato Pd Iannuzzi attacca Caldoro e la giunta della regione Campania

Emergenza Comunità Montane: anche il deputato Pd Iannuzzi attacca Caldoro e la giunta della regione Campania

di Biagio Cafaro

Tino Iannuzzi, deputato del Partito Democratico, ritiene urgente e non più differibile l’intervento concreto del Presidente e della Giunta regionale della Campania, in merito alla vicenda del personale delle Comunità montane, per scongiurare la paralisi gravissima e fonte di un enorme pregiudizio per l’intera comunità campana delle delicate e fondamentali funzioni svolte da questi Enti, nel campo della forestazione, della bonifica montana, della difesa del suolo e della tutela idrogeologica del territorio, anche ai fini della prevenzione di frane e devastanti smottamenti.

Con delibera di Giunta n. 351/11 la Regione ha decurtato illegittimamente di oltre 20 milioni di euro il finanziamento relativo all’anno in corso per espletamento delle rilevanti attività citate, rendendo di fatto impossibile il proseguimento degli interventi programmati, peraltro in un periodo dell’anno decisivo per la prevenzione del dissesto idrogeologico.  

Ne deriva conseguentemente la drastica ed ingiustificata riduzione dei livelli occupazionali (circa 5.000 operai idraulico-forestali, di cui circa 3.000 in provincia di Salerno), che in questi anni hanno garantito con impegno e sacrificio la conservazione, la salvaguardia e lo sviluppo di tanti territori montani nel Salernitano, in Irpinia, nel Sannio ed in tutta la Campania.

La situazione è resa ancora più drammatica dalla circostanza che la Regione non solo ha ridotto le risorse assegnate alle Comunità montane, ma addirittura non ha ancora erogato neanche i fondi già stanziati, con la conseguenza assurda che i lavoratori non percepiscono la retribuzione da diversi mesi.

Il presidente Caldoro e la Giunta regionale debbono intervenire immediatamente, ponendo fine alla decisioni nefaste ed all’inerzia incredibile, con le quali oramai da mesi seguono l’aggravamento inarrestabile di una vicenda così rilevante per l’interesse generale di interi territori, del personale e delle loro famiglie.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019