Legambiente resta all’Oasi Torre di Mare di Paestum, l’accordo dopo le incertezze

Si è concluso positivamente il confronto tra Legambiente e il sindaco del Comune di Paestum in merito alla vicenda dell’Oasi. Dopo i problemi e le incertezze delle scorse settimane, è prevalsa la volontà comune di continuare un’esperienza – definita dal sindaco Italo Voza – unica in Campania. Durante le scorse settimane, l’amministrazione di Capaccio ha valutato l’ipotesi se rinnovare o meno l’accordo di programma con Legambiente. In ballo l’oasi dunale Torre di Mare di Paestum, gestita dai volontari del circolo locale di Legambiente, che ha rischiato di diventare un camper park o un camping comunale. Ma nell’incontro che si è tenuto venerdì si è stabilito che giovedì 16 aprile sarà firmato un nuovo protocollo d’intesa che rafforzerà tutto ciò che l’Oasi rappresenta, «dandole il giusto riconoscimento politico e giuridico». «L’oasi dunale continuerà a produrre bellezza e buone pratiche al servizio della comunità per far crescere l’attenzione verso la tutela e la valorizzazione dei beni comuni. – ha spiegato Legambiente Paestum su facebook – Ancora grazie a tutte/i per la solidarietà e l’affetto. Vi aspettiamo all’Oasi sicuri che come al solito ci darete una mano per migliorarla». 

©Riproduzione riservata