Due boati fortissimi nei cieli del Cilento: aerei superano barriera del suono

0
21

Un boato è stato avvertito forte attorno alle 16 sui cieli del Cilento, Vallo di Diano e Piana del Sele. Una grande esplosione che ha fatto tremare vetri e finestre. Si è trattato di un due aerei che ha abbattuto il muro del suono. Il bang supersonico è stato avvertito anche in Basilicata. Si tratta del suono da cono di Mach generato dalle onde d’urto create dall’aereo che si muove in un fluido con una velocità superiore a quella del suono. 

Il suono è una vibrazione dell’aria, che si propaga a una certa velocità, intorno ai 300 metri al secondo. Quando un aereo vola, il suo movimento crea una vibrazione che si sposta in avanti alla velocità del suono. 

Nello stesso tempo, però, l’aereo comprime l’aria davanti a sè. Finchè l’aereo vola sotto la velocità del suono, la vibrazione sonora è più veloce della compressione. Man mano che l’aereo si avvicina a quella velocità, questi due effetti (vibrazione sonora e compressione) tendono ad accavallarsi, fino a creare un vero e proprio muro invisibile davanti all’aereo. Nel momento in cui l’aereo supera la velocità del suono, sfonda quel muro, e le onde sonore vengono superate dall’aereo e dalla compressione che esso genera, e non potendosi scaricare in avanti (perchè c’è l’aria compresso dal movimento dell’aereo) si scaricano all’indietro, creando un cono che parte dalla punta dell’aereo e si allarga all’indietro.

Quel cono è quindi il rumore dell’onda d’urto generata dal muro d’aria sfondato dall’aereo, e si allarga per chilometri raggiungendo anche il suolo, dove è percepito come un grande bang.Alla fine, dunque, solo tanto spavento e un tam tam che è partito immediatamente sui social e su Whatsapp per capire cosa fosse successo. «Sembrava un terremoto» sostiene qualcuno. Mentre un cittadino risponde: «Pensavo fosse un’esplosione».

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here