Santa Marina, consiglieri di minoranza su caso Mega: «Questo passaggio non è sinonimo di perdita di consensi»

Infante viaggi

Dopo la decisione di Anna Mega, consigliere di minoranza del comune di Santa Marina, di lasciare il gruppo di opposizione per seguire un percorso autonomo, arriva la replica di Alessandra Giudice, Vincenzo Castaldo e Michele Tagliaferri, consiglieri di minoranza del gruppo.

«La decisione del consigliere Mega ci dispiace ma ci sbigottisce. Il consigliere Mega, candidata ed eletta con il nostro gruppo, ha sempre condiviso tutti i passaggi e le scelte tenute da questa minoranza, ricevendo mandato istituzionale di consigliere, da elettori che avevano chiaramente e indicativamente espresso la propria preferenza in nome e in virtù  di un chiaro progetto politico nel quale, oltre a garantire dialogo e proposte, era ed è contemplata durezza, determinazione, e senza il minimo tentennamento, spirito di contrasto a eventuali metodi e meriti non condivisi».

In sostanza, il consigliere di opposizione Mega, attraverso una missiva, ha deciso di abbandonare il gruppo per una mancata condivisione di scelte politiche. «Più volte ho manifestato la necessità di adottare metodi di mediazione e di dialogo – ha sottolineato Anna Mega nella sua lettera –  di confronto democratico e condiviso, che mirino alla costruzione di una vera alternativa politica moderata, come era nei programmi».

«Ci stupiamo – scrivono nella nota – di come, nell’arco di poco tempo, il Consigliere Mega abbia potuto cambiare idea, tanto da protocollare la nota in questione, senza confrontarsi con i sottoscritti ma ancora di più con l’intero gruppo. Alla luce di questo, la soluzione che avremmo potuto condividere, sarebbe stata quella delle dimissioni dalla carica di consigliere comunale. Tuttavia, non essendo stata questa la scelta, le auguriamo un buon lavoro da consigliere autonomo, non escludendo la possibilità di rimanere aperta ogni forma di dialogo o ripensamento».

  • assicurazioni assitur

«Noi continueremo il nostro lavoro – continua il gruppo ‘La stella’ – convinti che questo passaggio non sia per niente sinonimo di perdita di consensi ma chiara espressione del fatto che non tutti hanno il coraggio delle proprie azioni e il coraggio di assumersi la responsabilità di adempiere in modo pieno e senza riserve al proprio mandato istituzionale ma soprattutto rimanere vicini ai cittadini in piena libertà, senza piegarsi a nessuna possibile vessazione o intimidazione, fedeli e coerenti a un progetto politico che grazie a coraggio, dedizione e determinazione, sta dando ottimi frutti. Dobbiamo ricordare che la nostra comunità ha vissuto e sta vivendo un momento di regressione socio economico anche per scelte scellerate dell’attuale maggioranza e che grazie all’impegno di questa minoranza, si sta cercando di fronteggiare non poche palesi guerre istituzionali che nulla hanno a che vedere con quello che l’amministrazione chiama rilancio economico dell’intero Comune».

E sulle dichiarazioni dell’amministrazione comunale, che si è detta soddisfatta della dissociazione di Mega, dicono: «La soddisfazione espressa dalla maggioranza, dopo la vicenda del consigliere Mega, rinsaldando le nostre posizioni, ci induce a ritenere che il vero nemico della cosa pubblica e dei cittadini di questo Comune, non sia un gruppo di consiglieri liberi che adempiono senza nessuna paura di ripercussioni ai propri doveri di vigilanza e di sostegno alle cause dei cittadini ma chi, tra “fantastici “proclami, si ostina a esercitare il suo potere, reprimendo, in vari modi, la libera opinione».

©Riproduzione riservata

Santa Marina, consigliere Mega lascia gruppo di minoranza: «Necessaria costruzione di vera alternativa politica moderata»

  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro