Automobilisti rubano meloni nelle campagne, Coldiretti: «Servono più controlli»

«E’ una vera e propria escalation di furti nelle campagne salernitane. Nel mirino soprattutto la Piana del Sele dove vanno letteralmente ‘a ruba’ meloni e angurie sotto serra». A denunciarlo è la Coldiretti provinciale di Salerno. Il fenomeno è ormai sempre più frequente: automobilisti, nelle ore notturne e non, si fermano lungo le campagne e saccheggiano le serre rubando in particolare meloni e angurie, con una ricaduta pesante dal punto di vista economico per gli imprenditori agricoli che vedono vanificato il lavoro di mesi. Ma negli ultimi periodi sono avvenuti raid in serre e terreni dove stanno crescendo insalate, zucchine, pomodori e melanzane. GUARDA IL VIDEO 

«Con la crisi si è acuito il fenomeno dei furti nelle campagne – sottolinea il presidente provinciale di Coldiretti, Vittorio Sangiorgio – l’interesse per i prodotti alimentari da parte della piccola criminalità va dal campo alla tavola. Ormai i furti sono all’ordine del giorno per i contadini, spesso con danni alle attrezzature e alle serre. Chiediamo un rafforzamento dell’attività di controllo delle forze dell’ordine sul territorio: è difficile monitorare così vaste aree ma gli agricoltori sono esasperati e chiedono maggiori tutele. Per questo invitiamo anche gli imprenditori a denunciare i furti presso i nostri sportelli Coldiretti, ci faremo portavoce delle loro istanze». Le segnalazioni alla Coldiretti si moltiplicano ed evidenziano che i nuovi ladri colpiscono indistintamente tutte le aree provinciali e tutte produzioni. «I furti avvengono preferibilmente di notte e oltre alle perdite provocate dalla sottrazione dei prodotti toccano spesso anche – precisa la Coldiretti – danni alle strutture e alle coltivazioni in campo magari non ancora pronte per la raccolta».

©Riproduzione riservata