Piano di zona S7, pace fatta tra Roccadaspide e Capaccio

Stamane 11 luglio, presso il comune di Roccadaspide si sono riuniti i sindaci dei comuni rientranti nel piano di zona S7. Si è discusso lungamente e animosamente sulla questione del trasferimento della burocrazia e del piano Welfare sul territorio. Era presente anche Voza, sindaco di Capaccio, per la prima volta la seduta è stata presieduta da Girolamo Auricchio, sindaco del comune ospitante l’S7. La faccenda ancora una volta è stata incentrata sul trasferimento della burocrazia, distogliendo gli animi dal problema fondamentale, ovvero l’attività di programmazione da presentarsi entro il 31 del corrente mese. Il Comune di Capaccio ha dato oggi l’incarico al tecnico Corrado Marino (sociologo) di provvedere a trasferire tutte le funzioni a Roccadaspide e a programmare un piano serio ed efficiente per i comuni. Sembra si sia giunti ad una pace istituzionale ed è stato votato all’unanimità l’esortazione del trasferimento di tutta la documentazione, compresa quella di cassa, al comune di Roccadaspide entro i prossimi 10 giorni. Due estenuanti ore di consiglio, per ora si è giunti ad un accordo e speriamo che di tempo non ne venga più sprecato, l’S7 deve ripartire.

©Riproduzione riservata