Tronchi d’albero bloccano fiume Sele sulla Sp 175, Voza scrive a enti competenti

Infante viaggi

Residui vegetali, tronchi d’albero e materiale vario hanno creato un’ostruzione sotto il ponte della strada provinciale 175 che attraversa il fiume Sele. Il Comune di Capaccio ha scritto agli enti competenti. «A causa delle persistenti avverse condizioni metereologiche del 10 novembre e a seguito di accertamenti effettuati nella giornata di oggi, 11 novembre, riguardo il monitoraggio del corso del fiume Sele, eseguito da tecnici incaricati dal Comune appartenenti al Servizio di Protezione Civile, considerati i bollettini previsionali e gli avvisi diramati dal competente settore della Regione Campania, si riscontrava il consistente incremento volumetrico dei residui di vegetazione, essenze arboree secche e materiale vario, formatosi in aderenza degli elementi verticali strutturali, dal lato a monte del ponte sulla provinciale 175 in località Foce Sele che costituiscono ostruzione/ostacolo al naturale deflusso delle acque, oltre ad un visibile evidente aumento della portata con innalzamento medio e potenziale pericolo relativo alla stabilità della struttura, nonché alla pubblica e privata incolumità».

La nota, a firma del sindaco Italo Voza, dell’istruttore del Servizio protezione civile Fioravante Gallo e dal responsabile del servizio di protezione civile Mario Barlotti, ribadisce le segnalazioni già effettuate il 22 gennaio e il 15 marzo di quest’anno ed è stata fatta anche su sollecitazione del consigliere comunale delegato alla Protezione civile Maurizio Paolillo. «Considerato che le avverse condizioni metereologiche contingenti e previste in  peggioramento, sono condizioni potenzialmente degeneranti di ulteriori impedimenti al naturale deflusso, con conseguente innalzamento del livello del fiume generalizzato e localizzato, con relative esondazioni, si invitano gli enti in indirizzo nell’ambito delle rispettive competenze, ad adottare gli opportuni provvedimenti».

  • Vea ricambi Bellizzi

La nota è stata inviata alla prefettura di Salerno (settore protezione civile), al settore provinciale del Genio Civile di Salerno, alla Provincia di Salerno-settore Espropri, Lavori Pubblici e viabilità e manutenzione stradale, alla Regione Campania – assessorato Protezione Civile sul territorio e Difesa del suolo e al Settore Programmazione interventi di protezione civile sul Territorio, all’Autorità di Bacino Regionale Campania Sud ed Interregionale per il Bacino del Fiume Sele, alla Provincia di Salerno-Settore Protezione Civile e al Consorzio di Bonifica di Paestum.

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur