Ecoballe, al via piano straordinario per eliminarle: ecco i siti da bonificare

Il piano straordinario di interventi per lo svuotamento delle ecoballe dalla Campania è stato approvato dalla giunta del governatore De Luca il 23 dicembre. La delibera 828/2015 approva anche il nuovo elenco dei siti oggetto di interventi di rimozione dei rifiuti, che riserva delle sorprese per la provincia di Salerno. Tra i siti da bonificare (qui tutti) spunta solo quello di Coda di Volpe, ad Eboli, con 8.003 tonnellate di rifiuti da smaltire. Dall’elenco resta fuori il sito di stoccaggio ubicato all’interno del comprensorio militare di Persano, un’area compresa tra i fiumi Sele e Calore, confinante con l’oasi ecologica del Wwf, dove sono allocate circa 80mila tonnellate di ecoballe su 5 piattaforme. Nonostante l’emergenza – in una nota a firma del Capo di Stato maggiore Generale Luigi Vinaccia nel 2013 si evidenziano, infatti, una serie di problematiche legate anche alla dispersione del percolato – la Regione non ha dato l’immediato via libera alla bonifica, almeno in questa prima fase.

©Riproduzione riservata