Risse e sangue per controllare lo spaccio di droga alle porte del Cilento

Infante viaggi

Dopo la sparatoria della scorsa notte avvenuta nel rione Pescara di Eboli, due risse si sono consumate nel week end tra bande di pusher per controllare lo spaccio di droga alle porte del Cilento. Duro il commento dei commercianti di Santa Cecilia: «Abbiamo paura di restare aperti con bar e paninoteche fino a tarda notte – affermano – qui dopo le 23 si scatena il far west». La prima lite, tra stranieri, è avvenuta in piena notte tra sabato e domenica. Sul posto, quando sono arrivate le forze dell’ordine, non c’era più nessuno, ma solo macchie di sangue sull’asfalto. La seconda rissa è successa tra ebolitani e magrebini. 

I pusher si sono fronteggiati all’interno di un distributore di benzina. Pochi minuti dopo, il caos è avvenuto nei pressi della farmacia del posto. Le liti sono avvenute di notte con i negozi quasi tutti chiusi. Nei bar ancora aperti in molti hanno temuto per la loro salute. Le urla e poi le botte hanno spaventato i clienti. I carabinieri della compagnia di Eboli, agli ordini del capitano Alessandro Cisternino, indagano sull’accaduto.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur