Camerota: ragazzo morto in discoteca, profilo Facebook ‘Ciclope’ a lutto. Sospesi tutti gli eventi

La discoteca è stata sequestrata dalla procura del tribunale di Vallo della Lucania su disposizione del procuratore capo Giancarlo Grippo e tutti gli eventi fino a fine estate sono stati annullati. Niente ‘Mito festival’. Niente Dave Clark, Len Faki, Ellen Allien e Little Louie Vega (sono tutti dj internazionali di alto calibro). Migliaia di euro di cachet persi. Ma non sono nulla di fronte alla morte di Crescenzo Della Ragione, il ragazzo di 27 anni di Mugnano di Napoli deceduto all’interno del locale colpito da un masso che è crollato da 60 metri sulla sua testa. Sulla pagina Facebook del Ciclope, una delle discoteche più note d’Italia, meta ogni anno di fiumi di ragazzi, dalle 10 e 30 di martedì, l’immagine di copertina è solo una foto nera in segno di lutto per la morte del ragazzo. Completamente nera è anche l’immagine del profilo. Nera come quelle notti dove i ragazzi, giovani come Crescenzo, ballano e si divertono. Nera come quella grotta quando la consolle e le luci del locale sono spente. Sotto la foto crescono di minuto in minuto i like ma nessuno commenta. C’è  silenzio e rispetto. E qualcuno che, purtroppo, non ha ancora colto la gravità della situazione e domanda: «Ma si terranno le altre serate?».

©Riproduzione riservata