Diocesi di Vallo, via ai trasferimenti dei parroci ma i fedeli non sono d’accordo: scatta la polemica

Scatta la polemica in merito ai nuovi trasferimenti dei preti storici appartenenti alle diverse parrocchie della diocesi di Vallo della Lucania. Sono state infatti contestate le collocazioni attribuite dal vescovo di Vallo della Lucania, Ciro Miniero. I cambiamenti di sede avranno inizio il primo settembre, ma le controversie non si sono fatte attendere. Per ora sono già stati decisi i primi cambiamenti di sede. Ma si tratta solo di un progetto iniziale, teso ad allargarsi abbracciando gran parte del Cilento. Don Ottavio Sibilia, dalla chiesa di Santa Maria delle Grazie passerà alla parrocchia della Laura. A sostituirlo, Aniello Adinolfi, l’attuale parroco di Rodio-Pisciotta. Il parroco di Acciaroli, Don Carlo Pisani, sarà trasferito al centro storico di Agropoli. Il sacerdote di Agropoli, don Roberto Guida, passerà alla parrocchia di Santa Maria di Castellabate a prendere il posto di don Luigi Orlotti. Don Vincenzo Fiumara, passerà alla parrocchia di Capaccio capoluogo, cedendo la sua amatissima chiesa di San Marco di Castellabate ed Ogliastro Marina a don Pasquale Gargione. La notizia ha gettato nello sconforto innumerevoli fedeli. I quali, ormai legati ai propri parroci da decenni, vivono con tristezza e forte perplessità i nuovi trasferimenti decisi.

©Riproduzione riservata