Genitori e figli alle prese con laboratori di agricoltura, lettura e tradizioni con il progetto Sos Famiglia

Al via la seconda edizione di Sos Famiglia, progetto che «mira a creare occasioni di socializzazione e scambio tra le famiglie, promuovendo il benessere e generando nelle relazioni stesse rinforzi positivi alla condivisione e supporto reciproco».  Il progetto sarà portato avanti da Onmic con un gruppo professionale che si occuperà dell’organizzazione e coordinazione di Sos famiglia. Del team fanno parte la sociologa Angela Quaglia, la psicologa e psicoterapeuta Samuela Marandino e l’educatrice professionale Francesca Raimo.

Da ottobre 2014 a maggio 2015 l’associazione promuoverà eventi collettivi per offrire alle famiglie con bambini di età compresa tra 3 e 13 anni, occasioni di socializzazione e informazione. Le azioni previste dal programma Sos Famiglia  rappresentano un elemento di innovazione per il territorio poiché si  intende sostenere le famiglie offrendo loro occasioni di socializzazione, confronto, informazione e prevenzione. 

I genitori potranno accedere insieme ai loro figli, previa iscrizione, a laboratori famiglia itineranti che si svolgeranno con cadenza settimanale in agriturismo, aziende agricole, fattorie didattiche, palestre, biblioteche pubbliche e luoghi di interesse storico, culturale e paesaggistico siti nel territorio di Capaccio- Paestum e Roccadaspide. Sono previste attività ludico ricreative volte a favorire il recupero di valori funzionali al benessere. Tra i laboratori previsti: agricoltura sinergica, musicoterapia, gioco musica, yoga, biodanza, danze popolari, ginnastica posturale, ippoterapia, tradizione culinaria locale, arti e mestieri, lettura ad alta voce, fattoria didattica.

©Riproduzione riservata