• Home
  • Cronaca
  • Europa 2014-2020, D’Alessandro: «Ultima occasione per accedere ai fondi straordinari»

Europa 2014-2020, D’Alessandro: «Ultima occasione per accedere ai fondi straordinari»

di Redazione

Il Gal Cilento Regeneratio e il patto territoriale Magna Grecia in campo per l’elaborazione del nuovo Piano di sviluppo rurale, nell’ottica dei finanziamenti europei 2014/2020, insieme alla Regione Campania. Ecco perché, il 20 marzo, l’assessore regionale all’Agricoltura, Daniela Nugnes, sarà nel Cilento per ascoltare le istanze del territorio, dopo l’incontro avvenuto lunedì in Regione. All’incontro napoletano, hanno preso parte il presidente del Gal “Cilento Regeneratio” Carmine D’Alessandro, il coordinatore Luca Cerretani, l’esperto di Sviluppo Locale Claudio Aprea, il presidente del Patto “Magna Graecia” Franco Palumbo ed il presidente del movimento ecologista “Fare Ambiente” Vincenzo Pepe.

Il vertice di Napoli fa seguito all’approvazione del documento strategico regionale che, tra le varie cose, recepisce alcuni spunti di strategia territoriale proposti proprio dal Gal Cilento Regeneratio nella logica europea di offrire un contributo alla realizzazione di una politica rappresentante le reali istanze  territoriali. L’incontro è servito – spiegano – per rappresentare ai vertici regionali le esigenze del territorio a sud della provincia di Salerno e per chiedere la possibilità di partecipare sinergicamente al tavolo tecnico regionale che si andrà a costituire per l’elaborazione del nuovo Programma di Sviluppo Rurale.

«Ringrazio la Regione Campania ed in particolare l’assessore Nugnes – dichiara Carmine D’Alessandro, presidente del Gal “Cilento Regeneratio srl” – per la disponibilità dimostrata e per l’impegno che ha assunto nel tenere presente quelle che sono le istanze del Cilento. Abbiamo chiesto, infatti, la possibilità di partecipare al tavolo tecnico regionale per la costituzione del nuovo PSR perché si tenga conto anche di questa terra affinché vi sia una progettazione il più coesa possibile con le altre forze del territorio e calata a misura sul territorio stesso. A nostro avviso, bisogna puntare sul turismo rurale, agricoltura e fonti alternative».

Pensiero condiviso anche dal presidente del Patto “Magna Graecia” Franco Palumbo che ha sottolineato «l’importanza di potersi sedere ad un tavolo tecnico con la Regione per presentare quali sono le esigenze del territorio nell’ottica di definizione del PSR collegato ad Europa 2014/2020» e aggiunto «l’impegno nel correggere ciò che non ha funzionato nella precedente programmazione». «Abbiamo intavolato un discorso proficuo di collaborazione con la Regione Campania – continua l’esperto di Sviluppo Locale, Claudio Aprea – perché il Cilento possa offrire un contributo sinergico nell’elaborazione del programma di sviluppo».

©

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019