• Home
  • Cronaca
  • Celle di Bulgheria, bonificata maxi discarica abusiva nel parco del Cilento

Celle di Bulgheria, bonificata maxi discarica abusiva nel parco del Cilento

di Marianna Vallone

Dopo tre anni la grande discarica abusiva in località Palombara nel comune di Celle di Bulgheria è stata bonificata e la località chiusa al passaggio. Cresceva ogni giorno, malgrado le ripetute segnalazioni ed esposti di associazioni ambientaliste, tra cui Fare Verde Cilento, alle autorità competenti.

L’abbandono di rifiuti lungo una stradina che si apriva nella macchia mediterranea in pieno Parco nazionale aveva generato ormai una discarica stratificata, per lo sversamento  continuo di materiali di ogni tipo anche altamente tossici quali elettrodomestici, batterie esauste,guaine catramate, amianto costituendo un pericolo per l’ambiente, per la presenza, a poche decine di metri, del fiume Mingardo.

Il sindaco di Celle di Bulgheria, Cobucci, e la minoranza consiliare si è attivata dopo gli esposti. Dopo un botta e risposta di responsabilità e competenze tra Comune e Provincia con diffide e ricorso al Tar che hanno rallentato l’operazione di bonifica, l’amministrazione di Celle ha considerato la bonifica del sito una priorità la tutela dell’ambiente, intervenendo a riportare al suo originario stato l’area che ricade in zona a protezione integrale. L’intervento è costato 6500 euro perché si è reso necessario selezionare le varie tipologie di rifiuti presenti nella discarica e smaltirli separatamente.

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019