Vicenda ospedale Agropoli, Gianfranco Valiante: «Insediare tavolo istituzionale che proceda a rinvio provvedimento»

Infante viaggi

Il consigliere regionale del Pd Gianfranco Valiante, in merito alla contestata chiusura dell’ospedale di Agropoli, chiede l’immediato insediamento di un tavolo istituzionale regionale. Con una lettera, inviata al commissario ad acta alla sanità Caldoro, al vice Morlacco, al direttore generale dell’Asl Salerno Antonio Squillante e al sindaco del comune di Agropoli Franco Alfieri.

Valiante, con la missiva, chiede che rappresentanti istituzionali e sindaci del territorio verifichino l’opportunità di procedere a un rinvio del provvedimento, magari a stagione turistica conclusa. «La contestata chiusura dell’ospedale di Agropoli, disposta dall’Asl di Salerno con effetto dal 20 giugno 2013 – sottolinea Gianfranco Valiante nella lettera – comporterà certamente fortissimi disagi all’utenza non solo locale ma anche turistica del territorio a cui quel presidio ospedaliero fa riferimento. Per tale ragione – conclude – e per la contestuale mancanza di un efficace piano di emergenza urgenza provinciale, anche al fine di evitare pesanti problemi di ordine pubblico in vista delle iniziative che i cittadini stanno organizzando, è auspicabile l’insediamento di ‘un tavolo istituzionale regionale’ che proceda al rinvio del provvedimento».

  • assicurazioni assitur

Intanto, il consigliere regionale del PD ha presentato una interrogazione presidente della giunta regionale, Stefano Caldoro, in qualità di commissario ad acta per la prosecuzione del piano di rientro del settore sanitario per conoscere quali siano le motivazioni che hanno determinato l’adozione del provvedimento di chiusura dell’ospedale di Agropoli e quali atti si intendano adottare per assicurare alle comunità interessate il diritto all’assistenza sanitaria che, con la deprecata chiusura, è da intendersi irrimediabilmente compromesso.

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur