Estate salva, dissequestrata spiaggia dell’hotel Torre Oliva a Policastro

Nessun abuvisismo, la spiaggia dell’hotel Torre Oliva di Policastro Bussentino è stata dissequestrata. Venerdì 30 maggio il tribunale della Libertà di Potenza ha accolto la richiesta della difesa e ha disposto il dissequestro della spiaggia dell’hotel più grande del golfo di Policastro. Sei mila metri quadrati di litorale in concessione all’albergo erano stati sequestrati per presunti brogli riguardo l’affidamento della concessione all’albergo da parte di alcuni tecnici comunali. A distanza di 10 giorni è arrivata la revoca dell’ordinanza che ha fatto tirare un sospiro di sollievo al proprietario e ai tanti dipendenti della struttura. Il dissequestro è avvenuto il 30 maggio, nello stesso giorno in cui la struttura doveva accogliere oltre 300 persone che avevano prenotato le loro vacanze per il ponte del 2 giugno. Intanto continuano le indagini della procura di Lagonegro sulle presunte irregolarità nelle quali sarebbero coinvolti anche «due responsabili dell’ufficio tecnico del Comune di Santa Marina che non avrebbero svolto correttamente l’iter di rilascio della concessione della spiaggia».

©Riproduzione riservata

Articolo correlato La procura sequestra la spiaggia all’albergo più grande del golfo di Policastro