Ridimensionamenti di personale all’istituto scolastico di Caselle in Pittari, la minoranza: «Ci attiveremo per difendere la nostra scuola»

La notizia del sottodimensionamento dell’istituto comprensivo di Caselle in Pittari, con la perdita d’ufficio della dirigenza e della segreteria scolastica, «è arrivata come un macigno e nella totale indifferenza dei nostri amministratori», dichiara Bruno Speranza, capogruppo di minoranza del comune cilentano.

Sì, perchè l’istituto vanta d’essere una delle scuole d’eccellenza della regione Campania. «Nel curriculum progettuale dell’istituto – spiega Speranza – c’è il ‘progetto bivalente’ diventando scuola media ad indirizzo musicale con sala registrazione digitale e box insonorizzato; il ‘progetto di valorizzazione ambientale’ con la realizzazione di un laboratorio di analisi ambientali dove si testano le acque delle sorgenti locali, del fiume Bussento, del vino, dell’olio d’oliva e del terreno. E ancora: il ‘progetto di connessione con la globalità’ con test center aica per il rilascio della ECDL agli alunni e anche agli utenti esterni; il ‘progetto centro trinity college’, il ‘progetto di partenariato’ bilaterale con una scuola tedesca; il ‘progetto di solidarietà internazione’ con l’adozione da 5 anni della missione de Lumbila nel Burkina Faso».

«Inoltre l’istituto – continua Speranza – è uno dei pochi che si è attivato per dotare gli alunni di banchi e sedie regolabili a norma, il cosiddetto ‘banco europeo’ ed è uno dei 10 punti ordinanti per il piano diffusione lim della regione Campania per la scuola dell’obbligo e sta coordinando per la terza volta una rete lim, attualmente di 66 scuole, per la fornitura di kit lim alle scuole primarie della provincia di Salerno».

Sottodimensionamento scolastico. In Italia sono più di 1.100 le istituzioni scolastiche sottodimensionate che a settembre non avranno diritto ad avere né un dirigente scolastico né un dsga titolari. Il dato è contenuto nel decreto ministeriale n. 55 sugli organici dei dirigenti scolastici firmato il 25 giugno dal Ministro Profumo. In Campania su 1188 istituti ne verranno sottodimensionati 252, dunque oltre il 20%.

«Oltre al danno anche la beffa! – continua Speranza – Per un mero calcolo numerico la nostra scuola viene sottodimensionata con il rischio di essere aggregata ad istituti che impropriamente si sono avvalsi del titolo di scuole di montagna per avere l’assegnazione della dirigenza scolastica pur non avendone i requisiti. Il gruppo di minoranza ‘Caselle oltre’ – conclude – intraprenderà tutte le iniziative possibili perché questa situazione rientri e vengano riconosciuti al nostro istituto i dovuti meriti. Infatti, il 20 agosto ci sarà un’assemblea pubblica per sensibilizzare i cittadini su questa grave problematica e costituire un comitato civico a difesa della nostra scuola».

©Riproduzione riservata