Attesa udienza di convalida per il pensionato di Capaccio accusato di tentata strage: è ricoverato al “Ruggi d’Aragona” di Salerno

Attesa l’udienza di convalida per il pensionato di Capaccio che ha tentato il suicidio facendo esplodere la casa. E’ accaduto sabato mattina a Licinella, località del comune di Capaccio: Aniello Costanzo, 72enne originario di Napoli, ha tentato di far saltare il suo appartamento utilizzando una decina di bombole a gas e alcune damigiane contenente liquido infiammabile con tanto di miccia pronti per l’esplosione.

La prima bombola è scoppiata intorno alle 9 ed ha provocato un forte boato seguito da fiamme e fumo: è stato proprio il botto ad allarmare i vicini. Sono stati allertati immediatamente i soccorsi che sono giunti sul posto ed hanno spento le fiamme prima che di potessero propagare per tutto lo stabile. Tempestivo l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Eboli. Infatti, proprio sotto l’appartamento dell’uomo sono collocati un bar ed un’agenzia immobiliare.

Ora Costanzo resta ricoverato presso il reparto di psichiatria dell’ospedale “Ruggi d’Aragona” di Salerno sottoposto al regime degli arresti domiciliari con l’accusa di tentata strage e in attesa dell’udienza di convalida. Continua il lavoro dei carabinieri della caserma locale e della compagnia di Agropoli, le indagini sono in corso per chiarire le cause che hanno spinto l’uomo al folle gesto.

©Riproduzione riservata

Articoli correlati Capaccio, pensionato tenta di farsi esplodere ma viene arrestato per tentata strage

Dramma sfiorato a Capaccio, 70enne tenta suicidio con decine di bombole di gas