• Home
  • Cronaca
  • Agropoli: incessanti controlli nel week-end. Quattro denunciati per guida in stato di ebrezza

Agropoli: incessanti controlli nel week-end. Quattro denunciati per guida in stato di ebrezza

di Vincenzo Di Santo

Gli uomini della caserma di Agropoli sono stati impegnati nel controllo alla circolazione stradale nei comuni di Agropoli, Capaccio e Castellabate, durante il fine settimana appena trascorso, a seguito del controllo mirato alla prevenzione di sinistri stradali hanno denunciato quattro persone per guida in stato di ebrezza.
Ad Agropoli e a Capaccio scalo tre uomini di 51, 33 e 28  alla guida delle proprie autovetture sono risultati positivi ai test effettuati con l’etilometro. 
A Santa Maria di Castellabate, alla guida del proprio autocarro, un 26enne di nazionalità Polacca, ha causato un incidente stradale fortunatamente non grave in località San Pietro. Sottoposto ad accertamenti sanitari presso l’ospedale civile di Agropoli, è risultato positivo al test alcolimetrico con un tasso di 1,69 g/l In tutti i casi, i documenti di guida sono stati ritirati e le vetture sequestrate.
Nello stesso contesto operativo, un 20enne di Agropoli e un 46enne originario di Napoli sono stati segnalati alla Prefettura di Salerno per uso non terapeutico di sostanza stupefacente. A seguito della perquisizione personale e veicolare, i predetti è stati trovati in possesso di 1 grammo di sostanza stupefacente del tipo cocaina, il primo, e di 1 grammo di sostanza stupefacente del tipo hashish, il secondo.
Sempre ad Agropoli, a conclusione di attività di indagine, gli investigatori del nucleo operativo hanno denunciato un giovane agropolese classe 93 per il reato di rapina. Il giovane 18enne, infatti, durante la notte tra sabato 10 e domenica 11, dopo aver spinto e fatto cadere a terra il proprietario di un motorino, si era impossessato del mezzo, dileguandosi per il paese. Immediate le ricerche che hanno consentito di rinvenire il ciclomotore.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019