Emergenza Comunità montane: il consigliere regionale Donato Pica: “subito la modifica della Legge Finanziaria regionale 4/2011”

“Sulla vicenda enti montani si continua a prendere tempo senza individuare la necessaria strada per sbloccare la vertenza”. Ha così commentato il consigliere regionale Donato Pica, le decisioni assunte nell’incontro di martedi sera tra i delegati degli enti montani e l’assessore regionale al lavoro Severino Nappi. lo scoglio dell’80% della spesa pone serie difficoltà agli enti montani che pur avendo risorse disponibili dai progetti approvati dal PSR non possono attivare i cantieri della forestazione. “Occorre chiarire che i progetti finanziati dal PSR esulano dal vincolo di spesa dell’80% imposto in Finanziaria – continua Pica – inoltre come non considerare che i 23 milioni di spesa previsti proprio dai molteplici progetti approvati dal PSR non possono essere utilizzati interamente per la manodopera forestale. In effetti è chiaro che vi è una incidenza di altri fattori, quali ad esempio il nolo di attrezzature e l’acquisto di materiali che, in molti progetti, arriva fino al 50% – continua Pica – si badi bene che tale circostanza non è per scelta dei progettisti ma per mera applicazione delle voci di spesa stabilite dalla stessa Regione nel proprio prezzario relativo ai lavori in economia” conclude Pica. L’auspicio e l’invito all’esecutivo regionale, quindi è che al più presto si provveda alla modifica della legge Finanziaria regionale attivando al più presto una discussione seria in aula per stabilire una vera e propria roadmap che arrivi al superamento dell’attuale fase di completo stallo della vertenza.