• Home
  • Cronaca
  • Capaccio, ritrovata bomba seconda guerra mondiale nell’archivio comunale

Capaccio, ritrovata bomba seconda guerra mondiale nell’archivio comunale

di Lucia Cariello

Ancora ritrovamenti bellici risalenti alla seconda guerra mondiale in territorio cilentano. Questa volta il rinvenimento è stato compiuto in un archivio comunale oramai in disuso a Capaccio. A scoprirlo due operai della società Paistom, Aniello Savino e Michele Pecora, incaricati della pulizia e del ripristino dei locali dell’archivio che si trovano nei pressi della torre civica.

Si tratterebbe di una bomba da mortaio di notevoli dimensioni, dal peso di circa 15 kg per un metro circa di lunghezza. L’ordigno è spuntato fuori dai numerosi documenti ammassati su pavimento dell’archivio. Probabilmente qualche ‘appassionato’ dopo averla ritrovata avrà provveduto a nasconderla nella stanza per farne una sorta di cimelio.

Sul posto è immediatamente giunto il primo cittadino Italo Voza con il vicesindaco Nicola Ragni e i carabinieri della locale stazione, diretti da Maurizio Balistreri con gli agenti della polizia locale, coordinati Natale Carotenuto. Presenti anche i volontari della protezione civile, che hanno provveduto a effettuare i rilievi del caso prima di chiudere nuovamente l’archivio in attesa dell’arrivo degli artificieri per procedere al disinnesco e alla rimozione dell’ordigno.

©

 

 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019