Caso ospedale Agropoli, Ragosta: «Regione riveda piano sanitario»

Michele Ragosta, deputato e coordinatore provinciale Sel che ha partecipato all’incontro di oggi all’Asl di Salerno tra i sindaci cilentani e i direttori sanitari e amministrativi dell’azienda Sanitaria, commenta la conversione del presidio sanitario di Agropoli in Psaut. «Siamo contro la proroga della chiusura dell’ospedale di Agropoli al 15 settembre, perché la riteniamo una misura insufficiente – dichiara Ragosta -L’ospedale non va chiuso perché è una risorsa per il territorio cilentano e per le migliaia di cittadini e turisti che ne usufruiscono».

«La Regione Campania – continua Ragosta – deve rivedere il piano sanitario regionale che, ad oggi, non ha portato alla chiusura di nessun plesso ospedaliero. L’ospedale di Agropoli – conclude – a differenza di altri a tutti i numeri e le carte in regole per continuare ad esistere». Ragosta, nei giorni scorsi, ha sottoscritto l’interpellanza proposta dalla deputata salernitana del Pd, Sabrina Capozzolo, indirizzata al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.