• Home
  • Cronaca
  • Paestum, inaugurata Borsa del turismo archeologico. Iannone: «Campania e Cilento il racconto di un altro Meridione»

Paestum, inaugurata Borsa del turismo archeologico. Iannone: «Campania e Cilento il racconto di un altro Meridione»

di Marianna Vallone

Inaugurata la sedicesima edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. Per quattro giorni  Paestum sarà protagonista di un crocevia internazionale del turismo legato ai beni culturali. Giovedì mattina il taglio del nastro della nuova edizione che prevede workshop, mostre e incontri. Ma anche laboratori di archeologia sperimentale. Previsti inoltre grandi nomi del panorama culturale internazionale. Come quello dello scrittore Valerio Massimo Manfredi e di Alberto Angela.

«La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum unisce popoli e culture. Questa vetrina internazionale è l’esempio di come la Provincia di Salerno e la Regione Campania abbiano le capacità per essere il racconto di un altro Meridione», ha affermato il presidente della Provincia di Salerno, Antonio Iannone, durante la conferenza di apertura della Bmta, nella Basilica Paleocristiana di Paestum. «Il popolo della nostra provincia – continua – che si contraddistingue per onestà e laboriosità e che ogni giorno fa la rivoluzione facendo il proprio dovere, si mostra dinamico rinunciando a rassegnarsi allo sconfittismo. Per queste ragioni, e per la sua capacità di fare filiera come dimostra anche questa rinnovata edizione della Borsa, il nostro territorio merita di  ricevere la giusta attenzione dal governo centrale».

«E’ il tempo della responsabilità e della collaborazione istituzionale – ha concluso Iannone – non possiamo più permetterci di derogare alla logica del merito. Dobbiamo essere capaci, dunque, di agganciare al merito le capacità del nostro territorio straordinario, patrimonio di siti storici e culturali, che sono attrattori turistici di rilievo internazionale». Alla conferenza di apertura della Bmta 2013 è intervenuto, tra gli altri, anche l’assessore provinciale al Turismo Costabile D’Agosto, che ha sottolineato in più momenti «l’unicità della provincia di Salerno, serbatoio di antichi sapori e saperi».

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019