• Home
  • Cronaca
  • Vallo della Lucania: 13enne muore per un colpo di pistola

Vallo della Lucania: 13enne muore per un colpo di pistola

di Biagio Cafaro

Vallo della Lucania sotto shock. Mercoledì 14 agosto 2013 intorno alle ore 22.00, Luca Botti, un ragazzo di soli 13 anni, ha perso la vita a causa di un colpo di pistola. I carabinieri hanno escluso che possa trattarsi di omicidio o suicidio. Sembrerebbe che a causare la morte del 13enne sia stato un colpo di pistola accidentale. Il ragazzo avrebbe usato per gioco la pistola del padre, Gerardo Botti noto gioielliere del posto, dalla quale sarebbe partito un colpo che ha colpito il 13enne alla testa.

Nel frattempo continuano le indagini dei carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania.

Aggiornamento ore 8.00

Il corpo del ragazzo è stato rinvenuto in casa dal fratello maggiore. A causarne la morte una 357 magnum, detenuta legalmente dal padre che sembra la conservasse in un armadio della camera da letto, per proteggere da furti la sua attività di gioielliere. Luca avrebbe preso la pistola portandola nella propria camera per giocarci. La scena che si è parata davanti gli occhi del fratello maggiore è stata scioccante, Luca a terra in una pozza di sangue con la pistola accanto. Immediato l’arrivo dell’ambulanza della Croce rossa di Vallo della Lucania e dei carabinieri della locale stazione che hanno accertato le cause dell’incidente. A dare la morte a Luca è stato un colpo di pistola alla tempia.

©

Leggi anche: Morto per un colpo di pistola: domani i funerali del piccolo Luca


©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019