Valiante alla Camera: «Cilento outlet village ha aggravato il problema viabilità SS18»

Infante viaggi

I deputati Enrico Borghi e Simone Valiante lunedì 14 hanno presentato un’interrogazione all’ottava commissione della Camera dei deputati, Ambiente, territorio e lavori pubblici in merito alla strada statale Tirrenica inferiore SS18, nel tratto Battipaglia Paestum, ovvero la porta nord del Cilento. Il tema centrale dell’interrogazione è il problema viabilità della strada e di come sono stati utilizzati i fondi per l’adeguamento dell’arteria, asse centrale del turismo del Cilento.

Cosa bisognava fare In particolare l’interrogazione pone seri dubbi sulla destinazione dei fondi che, invece di confluire per «una rotatoria per mettere in sicurezza il cavalcavia di Taverna Nova (Eboli), e la relativa mobilità – si legge nell’interrogazione -, tale progetto tuttavia sarebbe stato accantonato perché l’esproprio delle aree necessarie a realizzarlo sarebbe stato considerato invasivo di interessi privati. Tale decisione avrebbe così impedito la realizzazione di un’opera pubblica essenziale alla viabilità e alla sicurezza degli automobilisti, in un tratto stradale peraltro interessato da gravi e frequenti incidenti».

Cosa è stato fatto Il problema reale, secondo Valiante e Borghi, è la destinazione di questi fondi per un’opera che doveva essere finanziata da privati: «I fondi destinati alla messa in sicurezza di Taverna Nova sarebbero stati destinati su altri lavori e utilizzati per realizzare una rotatoria nei pressi del Cilento outlet village, il quale avrebbe dovuto esso stesso realizzare l’opera a proprie spese, a seguito di una decisione di Anas, per garantire la sicurezza del traffico sul tratto di strada interessato».

Oltre al danno la beffa: «A seguito dello spostamento dei fondi, l’Anas avrebbe comunicato al comune di Eboli che la responsabilità e gli oneri per la messa in sicurezza del citato cavalcavia sarebbero rimasti, di conseguenza, a carico del comune».

  • Vea ricambi Bellizzi

La denuncia continua: «Ad oggi non è stato effettuato alcun intervento per mettere in sicurezza il cavalcavia di Taverna Nova, permanendo il pericolo di incidenti e il problema di ingorgo del traffico; tutte le decisioni inizialmente assunte dall’Anas nei riguardi del Cilento outlet village sarebbero state modificate con grave pregiudizio per la sicurezza e lo snellimento del traffico, con code particolarmente lunghe nel fine settimana e che si aggraveranno in estate, quando il traffico sulla strada statale 18 aumenterà in maniera esponenziale; in particolare non sarebbero stati più realizzati il sottopasso e la corsia di scorrimento inizialmente previsti dall’Anas per la canalizzazione del traffico in entrata e in uscita dal centro commerciale menzionato, che esso stesso avrebbe dovuto realizzare a proprie spese; a servizio del centro commerciale sono state realizzate, con finanziamenti pubblici, in un tratto di circa duecento metri, ben tre rotatorie, che rappresentano, di fatto, un ostacolo alla sicurezza e allo scorrimento del traffico di crociera sulla strada statale 18».

Così Valiante questa sera, martedì: «Questo pomeriggio è stata discussa in commissione lavori pubblici la mia interrogazione sulla Ss18 tra Eboli e Battipaglia all’altezza dell’outlet village che ha aggravato il problema viabilità su quella tratta già drammaticamente compromessa».   

Un ulteriore problema è presente sulla stessa SS18 sempre nel comune di Eboli: «Inoltre – continua l’interrogazione – in località Cioffi (Eboli), sempre sulla strada statale 18, sarebbe stata realizzata da Anas, in variante al progetto iniziale, una rotatoria decentrata dall’asse viario, con grave pericolo e pregiudizio del traffico».

  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido Urlamare Palinuro