Scandalo Forestale, i legali della Santoro presentano nuova istanza di scarcerazione: lunedì l’appello

Non si fermano i tentativi di legali di Marta Santoro, l’ex comandante della Forestale di Foce Sele arrestata il 3 ottobre scorso, di ottenere un’istanza di scarcerazione per la donna detenuta da 73 giorni nalla casa circondariale di Fuorni.

I legali (Antonio Zecca, Antonello Natale ed Angela Nigro), infatti, hanno presentato una nuova richiesta di scarcerazione in considerazione della seconda ordinanza di custodia cautelare in cella disposta dal Gip Renata Sessa sulla base dell’ennesimo interrogatorio tenuto dall’ex sottoufficiale in presenza del pm Maurizio Cardea. Gli avvocati, infatti, puntano il dito su « Un’eccessiva restrizione in carcere, per lo più per un pubblico ufficiale donna» e sperano che in considerazione delle ammissioni fatte nel corso degli ultimi intetterogatori si possa ottenere l’istanza. Intanto lunedì prossimo al tribunale del Riesame verrà discusso l’appello presentato dal pm in merito ad altri due episodi di sospetta concussione e rinviato lo scorso 26 novembre dopo che i legali della Santoro ottennero che fosse rimessa agli atti la trascrizione integrale dell’interrogatorio del 15 novembre in cui la donna ammise di aver intascato tangenti in quattro circostanze contestate. Il quadro accusatorio di Marta Santoro, intanto, si è ulteriormente aggravato poichè accanto alle accuse di concussione tentata, consumata e millantato credito si sarebbe nelle ultime ore aggiunta quella di abuso d’ufficio e falso in atto pubblico. 

©Riproduzione riservata