Castellabate: Grimaldi e Cleri i campioni italiani di nuoto

Infante viaggi

Martina Grimaldi è la regina dei mari italiani. Con la vittoria odierna della 25 km del campionato italiano di nuoto di fondo nel mare blu dell’area marina protetta di Santa Maria di Castellabate, l’atleta bolognese realizza una straordinaria tripletta. La nuotatrice della Fiamme Oro Napoli aveva, infatti, già trionfato nella 5 e nella 10 km. E sarà assoluta protagonista ai Mondiali di Barcellona, essendo le prove degli Italiani assoluti valide per le qualificazioni alla rassegna iridata in programma a luglio. Valerio Cleri dell’Esercito Italiano è invece il vincitore maschile ed ottiene, quindi, il pass per Barcellona. Completano il podio femminile Alice Franco, già pre qualificata alla rassegna iridata nella 25 km, e Fabiana Lamberti, protagonista di un ottimo terzo posto anche nella 5 km. Il podio maschile è invece completato da Simone Ruffini, che nella 5 km aveva ottenuto il terzo posto, ed il classe ’87 Edoardo Stochino. 

Ai nastri di partenza si sono presentati ventitré atleti, di cui sedici uomini e sette donne. Tra i maschi, ci sono stati diversi ritiri nel corso della competizione. Il percorso di gara, preparato nell’area antistante il litorale della frazione Lago di Castellabate, è stato percorso otto volte dagli atleti. La gara è stata molto intensa con i due vincitori che hanno dato vita ad una testa a testa molto avvincente con i rispettivi avversari nell’ultimo giro del circuito. «È stata una gara molto difficile. – ha detto al termine, Valerio Cleri – Decisivo è stato l’allungo nell’ultimo giro che mi ha consentito di staccare gli altri ed andare a vincere. Barcellona? Sarebbe un sogno vincere una medaglia».

Più scaramantica Martina Grimaldi che anche giovedì aveva trionfato nella 5 km. «Preferisco non fare proclami in vista della rassegna iridata. – ha affermato la nuotatrice bolognese – Sono molto soddisfatta per la prova di oggi. È la seconda volta in carriera, dopo gli assoluti di fondo nel 2009, che realizzo una “tripletta”». La 25 km si è svolta sotto gli sguardi attenti del commissario tecnico della Nazionale di Fondo Massimo Giuliani e del vice CT Valerio Fusco. «È stata una gara molto combattuta, soprattutto tra gli uomini. – ha sottolineato Giuliani – Per le donne, la prima parte è stata sottotono, poi le atlete sono cresciute nella seconda parte di gara. Tuttavia, le indicazioni generali sono buone. Mondiali? La squadra femminile è molto competitiva, ma non lo è da meno la squadra maschile. Barcellona potrebbe rappresentare un’occasione di riscatto».

  • assicurazioni assitur

La competizione nazionale, svoltasi tra giovedì e domenica nelle acque dell’Area Marina Protetta di Santa Maria di Castellabate, è stata organizzata dall’associazione Punta Tresino in collaborazione con il Blue Team Stabiae e con la Federazione Italiana Nuoto. «È un onore aver ospitato i più grandi atleti italiani della disciplina, – ha detto il presidente dell’associazione Giovanni Pisciottano – che a breve saranno protagonisti ai mondiali in Spagna.  I nostri sforzi sono stati premiati. Ma non dobbiamo cullarci sugli allori e continuare a lavorare per promuovere Castellabate e le sue bellezze. Questo è sicuramente uno degli eventi che valorizza l’Area Marina Protetta». Dello stesso avviso Carlo Montone, operatore turistico e proprietario della struttura alberghiera “Trezene Village” che ha ospitato molti protagonisti della tappa cilentana. «Abbinare sport e turismo – ha detto Montone – è una scelta vincente». All’appuntamento nella capitale della Catalogna andranno anche Federico Vanelli, vincitore della 5 km maschile, e Mario Sanzullo, che si è aggiudicato la gara dei 10 km nel mare di casa. Gli altri atleti saranno scelti nelle prossime ore dai due commissari tecnici.

Clicca qui per vedere la classifica della prova maschile

Clicca qui per vedere la classifica della prova femminile

  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro