Gioi Cilento, Salati al prefetto di Salerno: «Ho chiesto al massimo rappresentante del Governo sul territorio di intervenire»

Infante viaggi

Sono ormai due settimane che la posta non viene consegnata nel Cilento interno, a Nord di Vallo della Lucania. Il primo cittadino di Gioi, Andrea Salati, ha, dopo una prima protesta formale a cui Poste Italiane non hanno assolutamente risposto, preso carta e penna e scritto al prefetto di Salerno, Gerarda Maria Pantalone: «Ho chiesto al massimo rappresentante del Governo sul territorio di intervenire ad horas affinché possa essere rispristinato il servizio così come veniva erogato in precedenza e quindi venendo incontro alle pressanti esigenze della cittadinanza».
L’assenza di un portalettere viene così a creare grave nocumento alla popolazione residente che si vede non più corrispondere le bollette e la corrispondenza urgente mettendo in crisi la quotidianità di chi abita territori che già di per se sono penalizzati. Il primo cittadino nella missiva inviata al Prefetto ha sottolineato anche «…il comportamento tenuto da Poste Italiane si viene a configurare in una classica ipotesi di interruzione di pubblico servizio».
Nel frattempo lo stesso sindaco ha inteso far partecipe del problema pure la politica e ha coinvolto nella vicenda il consigliere regionale Gianfranco Valiante: «Poste Italiane deve avere un dialogo con chi rappresenta il popolo, siano essi rappresentanti locali o regionali, – aggiunge Salati – poiché nonostante tutto ancora incardina un servizio essenziale universale che deve essere esperito nel migliore modo possibile».

  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro