Ciclo rifiuti: tutto in alto mare, tra stipendi arretrati e futuro dei consorzi

Il 31 dicembre 2012 i consorzi salernitani e la Yele dovrebbero chiudere i battenti ma ancora non è stato chiarito il futuro del ciclo della raccolta dei rifiuti e tantomeno il futuro lavorativo dei dipendenti. A questa incertezza si somma un dato di fatto, il mancato pagamento di varie mensilità agli operatori ecologici del Consorzio smaltimento rifiuti Salerno 4 e della Yele. Di questi due problemi si è parlato giovedì 15 novembre presso lo stabilimento di Casal Velino. I vertici delle due società hanno interloquito con i lavoratori ma non sono giunte le risposte che questi si attendevano. A cercare di rassicurare gli operatori ecologici il commissario del Corisa/4 Domenico del Gaudio, il presidente della Yele Marcello Ametrano e il direttore tecnico dell’impianto di smaltimento di Vallo Scalo. I lavoratori chiedevano risposte certe, ma dal presidente della Yele è arrivata solo la promessa di ulteriori anticipi, oltre al versamento fatto degli stipendi arretrati di Luglio e Agosto entro la prossima settimana i lavoratori riceveranno la busta paga di ottobre.

Per quanto riguarda il futuro del ciclo della raccolta rifiuti tutto è in alto mare e i lavoratori vivono in uno stato di incertezza tanto da proporre loro delle soluzioni, come quella che vorrebbe il ritorno alla gestione pubblica dei rifiuti, abbandonando la gestione privata.