Intervista a mister Pino Rigoli sul grande momento dell’Agropoli

Infante viaggi

L’Agropoli, con la gestione Rigoli, ha cambiato volto, guadagnando un posto tra le grandi squadre che aspirano alla vittoria del campionato. La squadra cilentana ha, insieme a Torrecuso, Akragas e Neapolis, il migliore attacco. Inoltre mister Rigoli ha invertito la tendenza in trasferta: oggi 16 sono i punti conquistati rispetto ai 17 racimolati in casa. Queste le parole di mister Pino Rigoli sul momento dei delfini e i programmi per il futuro.

Mister Rigoli con lei alla guida dell’Agropoli, la musica è cambiata. A questo punto della stagione i cilentani non hanno nulla da temere?

«Il merito di quanto stiamo facendo è dei giocatori. Forse nella mia carriera questo è uno dei migliori gruppi che io abbia mai allenato: per come lavorano e rispondono alle mie sollecitazioni. Abbiamo valori importanti che ci aiutano: oltre quelli tecnici ci sono quelli umani, di cultura al lavoro e alle regole. Siamo trasparenti, leali e seri tra di noi» 

Dopo la prestazione contro l’Akragas, giunti a questo punto della stagione, quali squadre possono dare fastidio?

«Le cinque compagini che sono davanti fino alla Frattese. Fermo restando che Akragas e Torrecuso sono avvantaggiati»

Con la sua gestione si è invertita la tendenza anche dei cattivi risultati in trasferta. Giocare fuori casa oggi è come giocare in casa?

  • assicurazioni assitur

«Abbiamo raggiunto il giusto equilibrio che ci vuole. Abbiamo fatto giocare chi non aveva mai giocato come Napoli e Siano. Oggi abbiamo acquisito la mentalità che ovunque giochiamo dobbiamo fare risultato. Sebbene ci mancano 3 punti, persi con la Gioiese e con il Rende» 

Cosa manca ancora all’Agropoli per dirsi perfetta?

«Dobbiamo migliorare in fase di attacco, sebbene siamo tra i migliori attacchi di questo campionato e magari prendere meno gol»

Questo Agropoli può aspirare alla promozione?

«Possiamo aspirare a fare un campionato importante nel quale possiamo dire la nostra. Le tre squadre favorite sono Neapolis, Torrecuso e Akragas su tutte. Abbiamo tanto ancora da lavorare ma abbiamo fatto scelte importanti che ci stanno dando ragione, mettendo in squadra giovani e togliendo pezzi da 90 e parliamo di Scognamiglio, Giraldi e Tiscione»

©Riproduzione riservata

  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro