Scippano turista a Camerota: 19enne arrestato, 16enne denunciato. In tasca avevano anche della droga

Ennesimo episodio di micro criminalità tra le strade di Marina di Camerota. Un ragazzo di 19 anni e un minorenne di 16 anni hanno scippato un turista di Avellino nei pressi della statua di Padre Pio in zona Calanca. Il fatto è accaduto lunedì mattina. Secondo la ricostruzione dei carabinieri della stazione locale, agli ordini del maresciallo Alberto Santoriello, il 74enne, residente ad Avellino che soggiorna in un appartamento di via G. Lamanna, passeggiava lungo via Luigi Mazzeo quando è stato avvicinato dai due ragazzi. La coppia gli ha chiesto prima l’elemosina e poi gli ha scippato la catenina di oro dal collo dal valore di circa 370 euro. In zona c’erano anche alcuni residenti, che hanno aiutato il malcapitato ad allertare i carabinieri. Le forze dell’ordine hanno acciuffato i responsabili in via Bolivar. Si tratta di un 19enne marocchino residente a San Giuseppe Vesuviano e di un 16enne originario di Sarno che vive da anni a San Valentino Torio. Il più grande è stato arrestato, il minorenne, che aveva in tasca anche 60 grammi di hashish, è stato denunciato.

A pochi metri di distanza da dove si è verificato questo episodio, nella notte del 23 agosto, quattro banditi sarebbero entrati a casa di un’anziana di 79 anni del posto in cerca di oro e contanti, ma di fronte avrebbero trovato dapprima la figlia, che è finita al pronto soccorso con il naso rotto, e poi il figlio della pensionata. I quattro avrebbero perso anche un cellulare e una scarpa, ma sono fuggiti via a bordo di un’auto e mai rintracciati. 

 ©Riproduzione riservata